15.09.2018 h 08:57 commenti

Prima campanella per quasi 18mila bambini e 11mila ragazzi delle superiori. In 11 restano a casa perché non vaccinati

Lunedì si aprono le scuole per il primo giorno di lezione. Più di un terzo dei bambini del primo ciclo di istruzione degli istituti comprensivi statali (scuole dell'infanzia, primarie e medie) sono stranieri
Prima campanella per quasi 18mila bambini e 11mila ragazzi delle superiori. In 11 restano a casa perché non vaccinati
Sono 17.338 i bambini e i ragazzi pratesi del primo ciclo di istruzione degli istituti comprensivi statali (scuole dell'infanzia, primarie e medie) che torneranno sui banchi a partire da lunedì prossimo 17 settembre. Di questi circa il 35% è costituito da alunni di cittadinanza straniera (lo scorso anno erano il 34%). Risultano ancora non in regola con i documenti relativi alle vaccinazioni 11 bambini (7 al nido e 4 alla scuola dell’infanzia), che non potranno iniziare a frequentare finché non presenteranno idonea documentazione.
Tutti i numeri e le novità sono stati illustrati dall'assessore Mariagrazia Ciambellotti durante il seminario "#ScuolaPrato Stati Generali della Scuola a Prato" che si è tenuto nei giorni scorsi alla Biblioteca Comunale Lazzerini e Museo del Tessuto.  A questi si aggiungono gli oltre 11mila delle scuole superiori della Provincia. 
In aumento le iscrizioni ai nidi comunali, in  netta controtendenza con gli anni passati. Riguardo alle scuole dell’infanzia è stato completato il passaggio allo stato della scuola dell’infanzia Vergaio, inoltre è stato possibile passare una sezione della scuola dell’infanzia Corridoni all’Ics “F. Lippi” in modo da liberare gli spazi per l’apertura del nido Corridoni.
Importante l’impegno dell’Amministrazione per assunzioni e stabilizzazioni nel mondo della scuola. Il concorso svoltosi nell’anno 2016  ha consentito l’assunzione a tempo indeterminato di  36 istruttori educativi nel nido e scuola infanzia comunale. A partire dal prossimo 1 ottobre saranno  assunti a tempo indeterminato ulteriori 13 nuovi educatori provenienti sia dalla graduatoria del Concorso 2016 che  dalla graduatoria di stabilizzazione 2017. 
Anche per quest’anno scolastico è prevista la fornitura gratuita dei libri di testo agli studenti che frequentano la scuola primaria, circa 10.000, residenti nel Comune di Prato, per un valore economico complessivo di 345.000 euro.  
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  15.09.2018 h 08:57

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.