05.08.2018 h 19:07 commenti

Prete costretto ad aprire la cassaforte da due banditi incappucciati

È successo stanotte alla chiesa dei Santi Martiri. Due banditi con accento dell'est hanno atteso il rientro a casa di don Gianni Gualtieri
Prete costretto ad aprire la cassaforte da due banditi incappucciati
Notte da incubo per don Gianni Gualtieri, parroco della chiesa Santi Martiri in via delle Medaglie d'oro nella zona nord di Prato. Ieri, 4 agosto, attorno alle 23.30, al rientro in casa, il prete ha trovato ad attenderlo due banditi con il volto travisato. Sotto minaccia, sembra di un'arma, don Gualtieri è stato costretto a farli entrare e ad aprire la cassaforte. All'interno c'era un migliaio di euro. Presi i soldi i due sono fuggiti via, sembra a piedi.
I carabinieri sono arrivati quasi subito, avvertiti dal viceparroco che abita nella casa accanto, che si è insospettito per il rumore proveniente dalla canonica. Purtroppo i due banditi sono riusciti a scappare ma i carabinieri stanno acquisendo elementi utili per la loro identificazione. Secondo il prete entrambi avevano accento dell'Est ma non ha saputo dire se si trattasse di persone conosciute dato che avevano il passamontagna. Appare difficile però, pensare che i due abbiano colpito a caso.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  05.08.2018 h 19:07

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.