10.02.2019 h 11:50 commenti

Prato ha un nuovo polo sanitario: taglio del nastro al Centro Medico della Misericordia

Dopo l'ospedale Santo Stefano è il secondo presidio della città con i suoi 21 ambulatori dove lavorano 90 professionisti tra medici, infermieri e tecnici di radiologia
Prato ha un nuovo polo sanitario: taglio del nastro al Centro Medico della Misericordia
Taglio del nastro per il Centro Medico della Misericordia. Nel pomeriggio di ieri, sabato 9 febbraio, è stata ufficialmente inaugurata la nuova struttura aperta in via Ferrucci al civico 55 dalle Misericordia di Prato e Campi Bisenzio. Qui si trova la nuova sede dell’Istituto Diagnostico Santo Stefano (traslocato da via Pistoiese) e molti altri servizi, che rendono questo moderno complesso completamente ristrutturato il presidio sanitario territoriale più importante della città di Prato dopo l’ospedale Santo Stefano. Il costo totale dell’operazione è di 3 milioni e 800mila euro, tra acquisto, ristrutturazione e strumentazione.
Il Centro Medico è stato inaugurato dal presidente dell’Istituto Santo Stefano Andrea Gori insieme al proposto della Misericordia di Prato Gianluca Mannelli e al sindaco Matteo Biffoni. Il vescovo Franco Agostinelli ha impartito la benedizione ai locali alla presenza di moltissime persone, intervenute per partecipare all’evento. Erano presenti i sindaci dei Comuni della provincia, i parlamentari eletti nella circoscrizione di Prato, i rappresentanti delle forze dell’ordine e della categorie sociali ed economiche della città. Non sono mancati i presidenti delle sezioni dell’Arciconfraternita pratese, una delle più numerose d’Italia con oltre 50mila soci.
"Complimenti per questa nuova apertura – ha detto monsignor  Franco Agostinelli – è un luogo che arricchisce tutta la comunità. Il mio augurio è che accanto all’efficienza tecnica delle apparecchiature qui presenti e alla grande professionalità dei medici che vi operano, ci sia sempre quel “quid” che contraddistingue la Misericordia: vicinanza, prossimità e comprensione". Anche il sindaco Matteo Biffoni si è complimentato con i vertici dell’Arciconfraternita di Prato e con quelli di Campi: "Questo è un valore per tutta la cittadinanza, vi ringrazio a nome della comunità anche per aver contribuito a riqualificare questa zona della città. Non smetterò mai di lodare le associazioni di volontariato come la Misericordia, la scelta di investire e mettere radici per il bene dei cittadini dà fiducia nel futuro".
Il Centro Medico della Misericordia di via Ferrucci ha una superficie totale di 3000 metri quadrati. Dentro ci sono 21 ambulatori dove lavorano 90 professionisti sanitari tra medici, infermieri e tecnici di radiologia. L’edificio si sviluppa su cinque piani, di cui uno interrato. Tre livelli sono occupati dai servizi offerti dal Centro: si va dalla diagnostica alla endoscopia, dai punti prelievo alle visite specialistiche. Qui trovano spazio sezioni dedicate alla psicologia e psicoterapia, alla medicina del lavoro e il centro di riabilitazione Crida.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  10.02.2019 h 11:50

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.