12.09.2017 h 16:50 commenti

Prato guarda al futuro: via al percorso partecipativo con i cittadini

Il Comune ridisegnerà gli strumenti urbanistici: per realizzare il piano operativo previsti una serie di incontri ed eventi pubblici nei prossimi quattro mesi. La cifra impegnata è di 150mila euro
Prato guarda al futuro: via al percorso partecipativo con i cittadini
Il Comune sta ripensando i suoi strumenti urbanistici realizzando un piano operativo che conterrà progetti ritenuti strategici per la città e nuove norme per regolare iniziative ed esigenze private. Per farlo vuole coinvolgere il più possibile i cittadini. Per questo ha speso 150mila euro per creare il percorso di partecipazione e comunicazione "Prato al futuro", presentato stamani, 12 settembre e affidato a Sociolab, Image e Controradio.
Il percorso si svilupperà lungo i prossimi 4 mesi, ciascuno dei quali sarà dedicato a un tema: settembre alle connessioni, ottobre all'ambiente e all'agricoltura, novembre al patrimonio da rigenerare e dicembre allo spazio pubblico. Ogni argomento sarà approfondito attraverso incontri, eventi pubblici e 27 appuntamenti con il Punto Mobile, oltre a incontri mirati con le associazioni del territorio, le scuole, le categorie economiche.  Le opinioni dei cittadini e di tutti i partecipanti saranno poi sintetizzate e valutate.
"Il Comune comunica quelle che sono le proprie scelte strategiche generali che stanno guidando l'azione amministrativa al governo della città - afferma l'assessore alle opere pubbliche Valerio Barberis - e dall'altra parte c'è la volontà di ascoltare i cittadini su quelle che sono le loro indicazioni"
Terminata questa fase partecipativa, il piano operativo che in sostanza è l'evoluzione del vecchio regolamento urbanistico, vigente dal 2001, andrà in adozione per la primavera 2018, seguirà il periodo delle osservazioni e delle controdeduzioni, poi l'approvazione, prevista entro la fine del 2018.  "Ricorriamo a quella che un tempo si sarebbe definita la saggezza popolare di chi vive le strade, le piazze e i quartieri. - spiega il sindaco Biffoni -Spesso mi viene chiesto "come faccio a dare la mia opinione? Ecco questa è l'occasione giusta per dare il proprio contributo"
I primi appuntamenti
Il primo appuntamento è per giovedì 14 settembre, dalle 16 alle 19, all’Auditorium della Camera di Commercio con "Le connessioni di Prato al futuro. Reti materiali, reti immateriali, infrastrutture, servizi e tecnologie per rafforzare il ruolo strategico della città."
Uno spazio di partecipazione, con tempi scanditi e facilitatori in sala, per ascoltare e dialogare con l’esperienza di Alfonso Femia (Atelier(s) Alfonso Femia AF517), Paolo Iotti e Marco Pavarani (Iotti + Pavarani Architetti), Maria Claudia Clemente e Francesco Isidori (Labics). E con Paola Pierotti (ppan), Marcello Marchesini (MDU Architetti), Francesco Messina(Bodàr), Carlo De Vito (FS Sistemi Urbani), Silvia Viviani (INU).
L’evento è aperto a tutti e gratuito. Per una migliore organizzazione, si chiede cortesemente di confermare la propria partecipazione scrivendo a partecipa@pratoalfuturo.it . Segue aperitivo. Si prosegue, nel weekend, con le prime due uscite del Punto Mobile, sabato 16 dalle 11.00 alle 18.00 in Piazza del Comune e all’ex ippodromo in occasione dell​a semifinale​ della Palla Grossa e domenica 17, dalle 11 alle 19 in Piazza Santa Maria delle Carceri.
Tutti gli appuntamenti con data e orari sono disponibili sul sito www.pratoalfuturo.it
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  12.09.2017 h 16:50

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.