16.01.2019 h 14:45 commenti

Politico accusato di violenza sessuale su ragazzina, la procura chiude le indagini

Notificato l'avviso di conclusione indagini per Gabriele Borchi, figlio dell'ex vicesindaco di Prato. L'inchiesta risale a due anni fa. Vittima della presunta violenza sessuale la figlia di un'amica dell'indagato
Politico accusato di violenza sessuale su ragazzina, la procura chiude le indagini
A due anni dall'inchiesta che portò agli arresti domiciliari con l'accusa di violenza sessuale su una ragazzina Gabriele Borchi, figlio dell'ex vicesindaco Goffredo, la procura ha chiuso le indagini preliminari. In queste ore è stato notificato l'avviso di conclusione indagini e l'indagato, assistito dagli avvocati Massimiliano Tesi e Manuele Ciappi, ha venti giorni di tempo per chiedere di essere interrogato o presentare una memoria difensiva. L'arresto risale a gennaio 2017. Gabriele Borchi, attivo nel mondo politico e in quello del volontariato, finì ai domiciliari per la presunta relazione intrattenuta con una ragazzina, figlia di un'amica, che all'epoca non aveva ancora 14 anni (lui 38). Messaggi ed effusioni anche spinte ma non rapporti sessuali veri e propri: questo il quadro della frequentazione, collocata tra la primavera del 2014 e l'inizio del 2015, che sarebbe stato ricostruito dai carabinieri coordinati prima dal sostituto procuratore Antonio Sangermano e successivamente dal sostituto Laura Canovai.
Una frequentazione consensuale, come hanno stabilito le indagini, che sarebbe cominciata con l'aiuto a fare i compiti di scuola e poi sarebbe andata oltre secondo le confidenze fatte dalla ragazzina. Gabriele Borchi chiese e ottenne di essere sentito dal magistrato: ore di interrogatorio e la risposta ad ogni domanda per ribadire la sua innocenza e la totale estraneità alle contestazioni. La procura punta sulle dichiarazioni della ragazzina e della madre, sulle testimonianze di alcuni coetanei che però non avrebbero mai assistito a rapporti diretti tra i due, e su una serie di messaggi il cui contenuto non sarebbe, per la difesa di Borchi, così inequivocabile.
“Decideremo come muoverci una volta ricevuti gli atti del fascicolo in versione integrale”, il commento dei difensori di Borchi.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  16.01.2019 h 14:45

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.