26.11.2020 h 16:21 commenti

Polemica per i sacchi rossi dei rifiuti per chi è in quarantena, Spada: "Non resta che marchiare le case"

Il consigliere comunale di opposizione ha presentato una domanda d'attualità in Consiglio comunale sulla nuova modalità di ritiro della spazzatura: "Cancellato ogni diritto alla privacy"
Polemica per i sacchi rossi dei rifiuti per chi è in quarantena, Spada: "Non resta che marchiare le case"
La nuova modalità di raccolta del'immondizia per le persone contagiate dal covid non è piaciuta al consigliere comunale Daniele Spada che, nel corso del Consiglio di oggi 26 novembre, ha presentato sull'argomento una domanda di attualità: “Alia imporrà ai positivi Covid di esporre i rifiuti dentro sacchi rossi ben riconoscibili sulla pubblica via – spiega Spada -. Cancellando così ogni diritto alla privacy, alla riservatezza di migliaia di cittadini. Che marchino anche le case dei positivi così potremo riconoscerle ancora meglio”.
Si apre, quindi, un nuovo fronte nella polemica che già da settimane riguarda la materia. La nuova modalità di raccolta dei rifiuti è stato adottata da Alia, infatti, in seguito ad un'ordinanza della Regione dopo le tante problematicità riscontrate finora, con i cittadini costretti a tenere in casa o sul terrazzo anche per settimane i rifiuti che Alia non riusciva a ritirare. Adesso, ecco la nuova polemica sui sacchi colorati.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  26.11.2020 h 16:21

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.