09.02.2018 h 16:24 commenti

Piazza dell'Immaginario diventa parcheggio Pam. A rischio il progetto di riqualificazione. Barberis: "Pronti all'esproprio"

I lavori sono iniziati stamani da parte di Pam che non avrebbe dato alcun avviso al Comune. L'area era stata pensata come anello di congiunzione tra il mercato coperto di via Giordano e la Medialibrary di via Pistoiese
Piazza dell'Immaginario diventa parcheggio Pam. A rischio il progetto di riqualificazione. Barberis: "Pronti all'esproprio"
Il fulcro del progetto di riqualificazione del Macrolotto Zero non esiste più. Piazza dell'immaginario è stata coperta da una colata di asfalto per trasformarla in un nuovo parcheggio del supermercato Pam che si trova dall'altra parte di via Umberto Giordano. L'intervento è iniziato questa mattina, 9 febbraio. L'area è di proprietà della catena di grande distribuzione che fino ad oggi ne ha permesso l'utilizzo per i vari progetti d'integrazione e di decoro urbano che si sono susseguiti negli anni tra cui la riqualificazione dello spazio stesso attraverso una nuova pavimentazione e diverse installazioni artistiche, frutto del progetto Alba Braza e da Dryphoto arte contemporanea.
Poi, evidentemente, le esigenze commerciali di Pam sono cambiate e con esse il bisogno di allargare il parcheggio del vicino punto vendita. Tra l'altro quello spazio in origine era proprio un'area di sosta per i clienti del supermercato. 
Il problema è che il Comune non ne sapeva niente. Lo ha scoperto stamani, 9 febbraio, quando gli operai della ditta incaricata, hanno iniziato a "smontare" la piazza per disegnare gli stalli di sosta. Non solo. L'assessore ai lavori pubblici Valerio Barberis dichiara che "Pam non ha mai risposto alle richieste di incontro che abbiamo sollecitato negli ultimi due anni per definire un accordo sull'utilizzo di questo spazio che per noi è molto importante per lo sviluppo del progetto di innovazione urbana perchè rappresenta il punto di collegamento tra le due nuove strutture che sorgeranno in via Umberto Giordano, il mercato coperto, e in via Pistoiese, la medialibrary-coworking". 
Proprio per l'importanza strategica della defunta piazzetta dell'Immaginario, l'amministrazione comunale e gli uffici sono già all'opera per verificare la possibilità di effettuare un esproprio a Pam. Il rapporto di collaborazione sembra quindi, giunto al capolinea. 
Sull'episodio interviene la consigliera Indipendente Marilena Garnier: "Nonostante il progetto sia stato pluripremiato e apprezzato in tutta Italia, l'amministrazione comunale non ha mai finalizzato l'acquisto preferendo imbastire progetti convergenti proprio su questa piazza che adesso non esiste più. Come succede da diverso tempo in qua l'assessore Alessi e il sindaco Biffoni chiudono sempre la stalla quando i buoi sono scappati".
L'assessore Barberis ci tiene a precisare che su questo spazio non è mai stato speso un euro delle casse comunali perchè si tratta di un progetto artistico, tra l'altro partito sotto la giunta Cenni con la creazione della prima piazza dell'immaginario in via Pistoiese, promosso da privati e con l'appoggio della stessa Pam. "Il sostegno di Asm è andato al progetto artistico che noi stessi abbiamo appoggiato ma mai finanziato. - afferma Barberis- Il tema vero è il cambio di atteggiamento di Pam che è passata da mettere a disposizione lo spazio per dare al quartiere un luogo pubblico, a trasformarlo in parcheggio senza neanche comunicarcelo e senza rispondere alle nostre continue richieste di incontro per regolare l'uso dello spazio. Ne prendiamo atto e a questo punto anche il Comune farà le sue mosse". 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  09.02.2018 h 16:24

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.