14.04.2018 h 11:45 commenti

Perseguita l'ex di venti anni più giovane, donna a processo per stalking

Dopo la fine della relazione sentimentale la donna, 40 anni, ha cominciato a tempestare l'ex con messaggi - anche duecento al giorno - telefonate e appostamenti sotto casa. Il giudice l'ha rinviata a giudizio
Perseguita l'ex di venti anni più giovane, donna a processo per stalking
Messaggi a raffica, anche duecento al giorno. Una persecuzione continua quella attuata da una donna di 40 anni nei confronti dell'ex compagno di venti anni più giovane e padre della sua bambina. Ora la donna dovrà rispondere di stalking davanti al giudice del tribunale di Prato perché è stata rinviata a giudizio. Ad agosto dello scorso anno, dopo la denuncia del giovane ai carabinieri, la procura aveva imposto alla quarantenne il divieto di avvicinamento e di contatto telefonico con l'ex. Una relazione che aveva cominciato a dare segni di cedimento nella primavera del 2016, poco dopo la nascita della bimba. Alti e bassi, tira e molla fino al deterioramento definitivo del rapporto a cui è seguito un vero e proprio disegno persecutorio: la donna telefonava e scriveva messaggi, si faceva trovare sotto casa di lui, sparlava con amici e colleghi per fargli terra bruciata intorno accusandolo di non essere un buon padre, di aver abbandonato la famiglia e di essere anche violento. La follia è finita quando i carabinieri hanno bussato alla porta della donna e lei ha capito di essere finita nei guai.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  14.04.2018 h 11:45

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.