26.12.2021 h 15:06 commenti

Pecci chiuso per quattro giorni durante le festività natalizie, Curcio (Lega) attacca: "Emblema di un fallimento"

Il consigliere comunale del Carroccio prende di mira la giunta Biffoni accusandola di "scappare dalle responsabilità". Il riferimento è alla risposta lampo che l'assessore Mangani ha dato a Curcio durante il consiglio dello scorso 23 dicembre
Pecci chiuso per quattro giorni durante le festività natalizie, Curcio (Lega) attacca: "Emblema di un fallimento"
Chiuso dal 24 al 28 dicembre con la sola esclusione del giorno di Santo Stefano. Il Centro Pecci osserva quattro giorni di serrata per queste festività, composti nello specifico da vigilia, Natale e da lunedì e martedì, ossia i due consueti giorni di chiusura settimanale. Troppi per il consigliere comunale della Lega Marco Curcio che parla di “emblema di un fallimento”. Il confronto viene fatto con strutture espositive più famose e frequentate: “Palazzo Strozzi a Firenze sta aperto tutti e 4 i giorni, a disposizione di cittadini e turisti, il Maxxi di Roma chiude a Natale. Stessa cosa si dica per il Museo civico di Palazzo Pretorio, aperto 3 giorni su 4. Hanno licenziato la ex-direttrice dicendo che si staccavano pochi biglietti: la situazione oggi è questa, con porte chiuse, luci spente e altre mostre annullate. E ciò che è più grave, è il silenzio del Comune, un silenzio complice in quello che è da alcune settimane un Museo senza alcun indirizzo preciso”.
Il riferimento va alla seduta del Consiglio comunale di giovedì scorso, 23 dicembre, quando all’interrogazione di Curcio sulla cancellazione di alcuni eventi espositivi legati alla direzione Perrella, l’assessore alla Cultura Simone Mangani ha dato una risposta lampo: “Sette giorni dopo la sua interrogazione, il presidente della fondazione Bini Smaghi ho già risposto a tutto durante la commissione Controllo e garanzia dello scorso 29 ottobre e a cui era presente anche lei. Apprezzo l’insistenza, mi richiamo a quella risposta”. Curcio ha replicato: “E’ la prima volta che un assessore risponde così a un consigliere, mi vergogno per lei”. Frase su cui Mangani ha ribattuto: “E io mi annoio di lei”.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  26.12.2021 h 15:06

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.