13.09.2018 h 10:26 commenti

Pd, Rocchi gioca d'anticipo e si schiera con Zingaretti che incassa l'ok anche di Ilaria Bugetti

La maggioranza dei democratici pratesi però preferisce prendere tempo. Intanto però il Pd di Prato diserta in massa la manifestazione del 30 settembre a Roma: quel giorno si sposa il segretario Bosi
Pd, Rocchi gioca d'anticipo e si schiera con Zingaretti che incassa l'ok anche di Ilaria Bugetti
Da molto tempo nel Pd pratese non si registrano voci fuori dal coro né particolari contrapposizioni interne. Lo stampo è di matrice spiccatamente renziana. Il futuro congresso nazionale, su cui al momento non ci sono certezze, potrebbe rimescolare le carte. I primi segnali sono già visibili. La candidatura alle primarie di Nicola Zingaretti ha già raccolto adesioni in città. Il primo a entrare nella squadra dell'ex presidente della Regione Lazio, è il capogruppo in Consiglio comunale a Prato, Lorenzo Rocchi: "Ho incontrato Nicola e mi ha parlato del suo progetto, è l’unico che ha deciso di spendersi, con coraggio e in prima persona, per il futuro del centrosinistra. Mi sembra che molti dirigenti del mio partito stiano aspettando che ‘passi la nottata’, che il governo abbia il suo primo inciampo, per tornare di nuovo alla carica. In questo modo ci condannano ad un immobilismo che è l’anticamera della fine del Pd. Zingaretti è stato l’unico che ha deciso di reagire subito, per ricostruire non solo il partito ma per dare voce ad una parte importante della società italiana che si sente disorientata”.
Zingaretti conquista anche la consigliere regionale Pd, Ilaria Bugetti, da sempre poco vicina a Renzi e fino a ieri orlandiana. "Dobbiamo riannodare i fili che abbiamo perso, superare la logica delle correnti e del contro e a favore di qualcuno. Dobbiamo invece tornare a confrontarci sui temi che stanno a cuore ai cittadini. Zingaretti sta gettando le giuste basi. Ciò che non è stato fatto per il congresso regionale". 
Per il resto tutto tace. Nessuno dei potenziali interessati si espone. Per la presidente del Consiglio comunale Ilaria Santi "è troppo presto". Stessa risposta per l'assessore alla cultura Simone Mangani: "Quando ci sarà il congresso sceglierò". Nessuna differenza con la consigliera comunale Serena Tropepe, indicata come una potenziale "discepola" di Zingaretti: "E' prematuro. Ciò che ho sentito mi è piaciuto ma vorrei decidere in base alle proposte. Ancora non c'è neanche la data del congresso". 
L'evento di lancio della campagna di Zingaretti è fissato per il 13 e 14 ottobre a Roma (ci si può già iscrivere attraverso il sito piazzagrande.nicolazingaretti.it). Per quella data vedremo se qualche democratico pratese avrà rotto gli indugi e deciso aderire.
Saranno pochi invece i vertici del Pd pratese che potranno partecipare alla manifestazione nazionale organizzata nella capitale il prossimo 30 settembre "Per l'Italia che non ha paura". Per uno strano scherzo del destino proprio in quella data il segretario provinciale del partito, Gabriele Bosi, si sposerà e sarà il sindaco Matteo Biffoni a celebrare il rito. Tra gli invitati sono previsti molti Democratici che naturalmente hanno preferito essere vicini al loro segretario e amico in questa giornata di festa. La sposa è Chiara Bartalini del Movimento 5 Stelle, ma questa è solo una nota di colore che niente toglie o aggiunge a una bella storia d'amore e di rispetto reciproco.
 

Data della notizia:  13.09.2018 h 10:26

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.