12.08.2021 h 18:49 commenti

Paolo Toccafondi è il nuovo proprietario del Livorno calcio: "Ringrazio il sindaco per la fiducia"

Trattativa chiusa nel pomeriggio. Il sindaco e il comitato dei saggi hanno accettato la proposta dell'ex patron dell'Ac Prato. La società ricomincia dal campionato di Eccellenza
Paolo Toccafondi è il nuovo proprietario del Livorno calcio: "Ringrazio il sindaco per la fiducia"
Paolo Toccafondi è il nuovo proprietario e presidente del Livorno e ad appena tre mesi dalla cessione dell'Ac Prato torna a far parte del mondo del calcio. La sua proposta e le garanzie economiche messe sul tavolo del sindaco Salvetti, incaricato di guidare l'operazione di salvataggio, hanno sbaragliato la concorrenza. Per il Livorno, dunque, si tratta quasi di una resurrezione: quando la strada appariva solo e tutta in salita, Cristiano Lucarelli, livornese di ferro, ex attaccante di Napoli, Parma, Atalanta, Valencia solo per fare qualche nome, e ora allenatore (attualmente guida la Ternana in serie B), ha tirato in ballo il nome dell'amico Paolo Toccafondi. La trattativa è iniziata e finita in poche ore: la proposta ha convinto tutti. “Ringrazio il sindaco e ringrazio il comitato dei saggi”, l'unico commento dell'ex patron biancazzurro rispondendo a Notizie di Prato.
Archiviata la lunghissima storia con l'Ac Prato (ma non l'amore per la squadra), Toccafondi rientra immediatamente, e dalla porta principale, in quel mondo in cui è cresciuto e nel quale per una ventina d'anni ha anche giocato. Il Livorno ha nuove pagine da scrivere, pagine nuove visto che riparte dall'Eccellenza. Alle spalle una tradizione di tutto rispetto: 106 anni di vita, parentesi in serie A (l'ultima volta nel campionato 2013-2014), e centinaia di partite in serie B. Poi il baratro fino all'esclusione dai campionati professionistici. Una prima rinascita ci fu nel 1991, ora arriva la seconda targata Toccafondi.
nadia tarantino
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  12.08.2021 h 18:49

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.