23.11.2020 h 09:33 commenti

Pagamento fornitori, il distretto pratese guadagna tre posizioni nella classifica nazionale

Il nuovo studio di Cribis posiziona al 49° posto la nostra provincia per il tempo intercorso tra il ricevimento della merce e dei servizi e il loro pagamento
Pagamento fornitori, il distretto pratese guadagna tre posizioni nella classifica nazionale
Il distretto pratese è 49esimo in Italia per tempi di pagamento dei fornitori. Lo dice il nuovo studio di Cribis, società specializzata in informazioni commerciali relative a capacità di sostentamento delle imprese e grado di insolvenza. Lo studio ha fatto il punto sulla risposta delle aziende toscane ai fornitori: con il 33,9 per cento di pagamenti effettuati entro 30 giorni, la Toscana è al nono posto nella classifica nazionale.
Rispetto allo scorso anno, la provincia di Prato guadagna tre posizioni: vale a dire che le aziende hanno ridotto i giorni che passano tra il ricevimento della merce e dei servizi e il pagamento, divenendo perciò più virtuose.
La classifica della puntualità vede, in Toscana, Pisa al primo posto, seguita da Pistoia e da Arezzo. Prato è subito dopo il podio, seguita da Siena, Lucca, Firenze, Massa, Livorno e Grosseto.
La panoramica di Cribis mette in luce un considerevole aumento delle imprese che effettuano i pagamenti con ritardi superiori a 30 giorni: erano l'11 per cento lo scorso anno, sono oltre 13 per cento ora. Naturalmente, lo slittamento del rispetto delle scadenze è dovuto all'impatto negativo che l'emergenza sanitaria ha avuto sull'economia e sullo stato di salute delle imprese.
A soffrire di più, e quindi ad avere le maggiori difficoltà a regolare i conti con i fornitori, sono i settori più colpiti dal lockdown: bar e ristoranti, servizi ricreativi, cinema.
 

Data della notizia:  23.11.2020 h 09:33

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.