08.01.2014 h 18:48 commenti

Ospedale Santo Stefano, Longo: "Aumentati i decessi post operatori"

Interrogazione del capogruppo Udc al sindaco. Il direttore sanitario della Asl 4 Carli: "Dati da verificare, ad oggi mi risulta solo un aumento dell'attività chirurgica"
Ospedale Santo Stefano, Longo: "Aumentati i decessi post operatori"
Una interrogazione per conoscere, a tre mesi dall'apertura dell'ospedale Santo Stefano, l'andamento del tasso di mortalità per interventi chirurgici. L'ha presentata oggi il capogruppo Udc in Consiglio comunale Antonio Longo. “Con l'entrata in funzione del nuovo ospedale – scrive – cittadini e personale ne riscontrano l'inefficienza su diversi aspetti, per cui risulta essere meno efficace rispetto alla precedente struttura”. Longo pone due domande: “Se l'ospedale presenta limiti e di che tipo, e se il tasso di mortalità per interventi chirurgici risulta variato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno”. A variare, secondo il direttore sanitario della Asl 4 Simona Carli, è stato fino ad ora il numero degli interventi eseguiti: “Con l'apertura del nuovo nosocomio – spiega – l'attività chirurgica è aumentata di circa il 20 per cento. Nei prossimi giorni daremo conto delle statistiche che necessitano di verifiche e approfondimenti perché si tratta di capire se il decesso di un paziente operato presso il nuovo ospedale di Prato sia da mettere in relazione all'intervento oppure no. E ancora – aggiunge il direttore sanitario – occorre anche scremare i dati secondo il tempo trascorso tra l'intervento e il decesso. Ad ogni modo guarderemo con attenzione i dati e su quello faremo un ragionamento”. Simona Carli sgombra anche il campo dalle notizie di inefficienze, carenze e criticità che accompagnano quasi ogni giorno l'attività del nuovo ospedale: “Forse è il caso di fare un ragionamento complessivo, basta dare addosso al nosocomio. Il più delle volte siamo costretti a correggere e smentire le notizie, in questo modo non si rende un buon servizio al cittadino. Gli accessi sono aumentati, il pronto soccorso è arrivato a registrare il record storico di oltre 300 presenze in un giorno. Certo, tutto si può migliorare ma il nostro lavoro vorremmo non fosse quello di convincere i cittadini che l'ospedale della loro città funziona bene”.
 

Data della notizia:  08.01.2014 h 18:48

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Dossier