09.02.2019 h 15:36 commenti

Ospedale, Pieri (FI): "Non ci sono corsie preferenziali per disabili e anziani e i televisori non funzionano"

Il capogruppo azzurro in Consiglio comunale giudica inadeguato e inospitale il Santo Stefano: "Non basta la carenza di posti letto - dice - problemi anche per disabili e anziani che non hanno una corsia preferenziale al pronto soccorso mentre nelle stanze da tempo non funzionano i televisori. Scarsa attenzione ai bisogni dei degenti"
Ospedale, Pieri (FI): "Non ci sono corsie preferenziali per disabili e anziani e i televisori non funzionano"
“Oltre ad avere delle carenze evidenti a livello di organico e di posti letto, il nuovo ospedale risulta anche poco accogliente e manca di attenzione verso gli anziani e i disabili”. Continua a tenere accesi i riflettori sul Santo Stefano Rita Pieri, che già di recente aveva portato all’attenzione del consiglio comunale le problematiche di organico del pronto soccorso. Stavolta nel mirino del capogruppo di Forza Italia ci sono in particolare le promesse ancora non mantenute da Asl:  “E’ stata annunciata una corsia preferenziale al pronto soccorso per gli anziani che in realtà non esiste. E come è possibile nel 2019 che non esista nemmeno una corsia preferenziale per i disabili? - spiega Pieri, che poi punta il dito sull’inospitalità del Santo Stefano per i pazienti ricoverati -. Molte delle televisioni presenti nelle camere sono rotte e non funzionano da tempo. E’ stato fatto un bando apposito per installare 70 nuove tv, che però la ditta non ha ancora consegnato. E sono trascorsi dei mesi. Ritengo che in un ospedale debba esserci il massimo dell’accoglienza per chi, purtroppo, si trova a dover fronteggiare dei problemi di salute”. Una battaglia, quella sui diritti delle categorie più deboli (ma non solo), che il capogruppo di Forza Italia vuole continuare a portare avanti con forza: “Siamo in contatto con il consigliere regionale Maurizio Marchetti per cercare di far arrivare una interrogazione sul tema in consiglio regionale – conclude Pieri – mi pare pazzesco che si debba ancora parlare di certe mancanze. Vogliamo sollecitare Regione e Asl affinché rispondano ai bisogni primari di ogni malato: cura, assistenza, ma anche una degna accoglienza e livelli elevati di ospitalità nelle strutture sanitarie”. 



 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  09.02.2019 h 15:36

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.