29.07.2021 h 18:16 commenti

Ospedale, in agosto ridotti del 25 per cento i posti letto al Santo Stefano

Ecco come cambiano i numeri dal 2 agosto. Sforbiciata vigorosa nelle degenze ordinarie che passano da 320 a 268 letti. Nei reparti dell'ospedale, complessivamente, 144 posti in meno. La denuncia della Funzione pubblica Cgil Prato-Pistoia: "Tutta colpa della mancata assunzione di personale. I patti di stabilità vanno rimossi, la sanità ha bisogno di crescere"
Ospedale, in agosto ridotti del 25 per cento i posti letto al Santo Stefano
L'ospedale di Prato chiude per ferie un posto letto su quattro. Per dirla con un numero, 144 posti in meno fino al 29 agosto e da lì in avanti un progressivo aumento fino a ristabilire la normalità dal 26 settembre. E' la programmazione che i vertici della Asl Toscana centro hanno messo a punto per far fronte alle ferie dei sanitari.
Il taglio più pesante riguarda la degenza ordinaria: fino al 19 settembre saranno 268 i posti letto su una disponibilità, a pieno regime, di 320.
“La causa della chiusura – il commento di Sandro Malucchi, segretario Funzione pubblica Cgil Prato-Pistoia – è determinata dalla mancata assunzione di personale in sostituzione di quello che viene messo in ferie. Il piano di assunzioni della Asl non prende in esame il periodo estivo: in assenza di una programmazione delle politiche del personale, l'ospedale non può fare altro che ridurre la capacità dei ricoveri”.
Il dettaglio reparto per reparto a partire da lunedì 2 agosto.
La degenza Covid conterà fino al 26 settembre 22 letti sui 72 ordinari mentre restano 10 quelli riservati ai pazienti positivi al virus nel reparto di Malattie infettive. Per quanto riguarda invece la rianimazione per i pazienti Covid, i posti letto si dimezzano: da 20 a 10 fino al 26 settembre.
Al terzo piano, i due settori di Medicina che insieme contano 112 posti letto, ne hanno 84 fino al 19 settembre per poi tornare alla normalità. Scendendo al secondo piano, i settori Chirurgia/Medicina passano da 108 a 84 posti letto fino al 19 settembre.
I venti letti del reparto di Cardiologia vengono portati a 16 fino al 29 agosto, mentre dei 16 posti in rianimazione, 6 vengono trasformati in 'Recovery room' per quei pazienti in fase post operatoria che hanno bisogno di un costante monitoraggio dei parametri vitali. Passano da 36 a 30 i posti letto dell'Area materno infantile e la riduzione resta in vigore fino al 26 settembre. Per quanto riguarda i reparti di Emergenza-urgenza, si passa da un totale di 52 posti letto a 36 con il taglio che resta fino al 26 settembre.
Il piano ferie riguarda anche le strutture extraospedaliere: il centro Pegaso per il ricovero dei malati Covid passa da 60 a 40 posti letto; fino al 26 settembre dimezzati, da 46 a 23, i letti per le cure intermedie. Fatti due conti, le strutture sanitarie sul territorio – Pegaso e palazzina ovest del vecchio ospedale – conteranno fino al 26 settembre 63 posti letto anziché i consueti 106.
“L'unica soluzione possibile – dice Malucchi – è il superamento dei patti di stabilità determinati dalla Finanziaria del 2007 che impedisce la crescita della numerosità degli addetti alle prestazioni sanitarie. L'epoca Covid avrebbe dovuto insegnare a chi governa e a chi legifera che la riduzione della numerosità dei professionisti in sanità provoca il rischio di implosione del sistema con conseguenze drammatiche per la salute collettiva. O si cambiano le norme che impediscono lo sviluppo del sistema o il perdurare della pandemia rischia di lasciare i cittadini senza la cura e l'assistenza necessaria in tutte le branche epidemiologiche”. 
Nessuna riduzione per Neurologia (36 letti), Chirurgia settore 6 (42), Geriatria (22), Rianimazione (10), Pediatria, Terapia intensiva e sub-intensiva neonatale e pronto soccorso pediatrico (25), Servizio psichiatrico (12). Sono 10 e tanti restano anche i posti letto dell'hospice 'Il fiore di primavera' per le cure palliative.
nt
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  29.07.2021 h 18:16

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.