29.12.2016 h 18:03 commenti

Ospedale, botta e risposta tra Forza Italia e Pd sulla questione dell'ampliamento

Il consigliere forzista Mugnai accusa: "Nel bilancio della Regione non ci sono soldi. Spese parole al vento per strappare qualche sì in più al referendum". La replica di Ciolini: "A differenza di Forza Italia noi manteniamo quello che annunciamo"
Ospedale, botta e risposta tra Forza Italia e Pd sulla questione dell'ampliamento
Scintille tra Forza Italia e Pd sulla questione dell'ampliamento del Santo Stefano. Ad accendere i fuochi, oggi, giovedì 29 dicembre, è stato il consigliere regionale di Forza Italia, Stefano Mugnai: "Nel bilancio della Regione - dice - non c'è traccia dei soldi destinati al presunto ampliamento dell'ospedale di Prato. Il Pd ha preso in giro un'intera città per strappare qualche "si" in più". 
A stretto giro di posta, ecco la replica altrettanto pepata del consigliere regionale Nicola Ciolini, sempre molto vicino alle questioni di sanità del territorio: "Noi non prendiamo in giro nessuno e questo è dimostrato dagli interventi messi in atto da un anno e mezzo a questa parte sia sul territorio che nell'ospedale. Quello che abbiamo annunciato abbiamo fatto, cosa  che non è riuscita a Forza Italia quando era alla guida di questa città . Forse è proprio questo che brucia a Mugnai".
Il consiglieri di Forza Italia, invece, non ha lesinato attacchi anche al sottosegretario pratese Antonello Giacomelli. "Era vice sindaco quando è stato pensato l’ospedale e ora cade dalle nuvole accreditando la leggenda metropolitana dell’ampliamento dell’ospedale di Prato. – ha spiegato Mugnai - Bene, siccome siedo in consiglio regionale, vi posso dire che la scorsa settimana abbiamo approvato il bilancio e in quel documento non c’è un euro per l’ampliamento del Santo Stefano. E’ stata una vera e propria presa in giro. Né Ciolini, né Bugetti, entrambi consiglieri regionali Pd, si sono presi la briga di presentare una mozione che impegni la giunta in questo senso. In sostanza non ci sono soldi e volontà politica. Per due mesi il Pd ha preso in giro la città riconoscendo i limiti dell'ospedale e dandoci di conseguenza ragione. Parole in libertà non seguite da alcun atto politico. Tutto per vincere il referendum".
Anche su quetso punto l replica di Nicola Ciolini non si è fatta attendere: "Non è da ora che abbiamo sollevato le difficoltà relative alla carenza di posti letto nell'area pratese - dice  il consigliere del Pd -, più volte denunciate da vari esponenti del pd pratese, me compreso meno di un anno fa proprio a "Notizie di Prato". Finalmente nel mese di novembre siamo giunti alla costituzione di un tavolo con l'assessore regionale e con il sottosegretario Giacomelli per arrivare ad una soluzione definitiva delle problematiche di Prato. È stata concordata la necessità di potenziare il Santo Stefano ed è stato dato mandato ai tecnici di proporre delle soluzioni progettuali. È stato chiesto al governo di contribuire con uno stanziamento straordinario alla realizzazione della struttura, visto che la Regione non è in questo momento in grado di sostenere investimenti aggiuntivi nel proprio bilancio. Nel mese di gennaio è già stato fissato  un ulteriore incontro per valutare le proposte tecniche e le possibilità di finanziamento. Al momento era impossibile prevedere qualsiasi cifra all'interno del bilancio della Regione  visto che ancora non è stato definito né il quanto né il come sarà finanziata la soluzione progettuale proposta". 
E.B. 
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  29.12.2016 h 18:03

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.