18.04.2019 h 12:24 commenti

Orti cinesi e rifiuti in strada al Macrolotto Zero, sopralluoghi di Garnier e della Lega: "Stop al degrado"

La candidata sindaco ha incontrato i cittadini e le aziende della zona sud, mentre i candidati consiglieri leghisti hanno fatto un tour nella zona di via Pistoiese
Orti cinesi e rifiuti in strada al Macrolotto Zero, sopralluoghi di Garnier e della Lega: "Stop al degrado"
Da una parte gli orti cinesi nella zona sud della città, dall'altra le strade del Macrolotto Zero piene di rifiuti abbandonati. Due aree di degrado cittadino che sono state evidenziate dai sopralluoghi effettuati dalla candidata sindaca Marilena Garnier e dai candidati consiglieri della Lega Patrizia Ovattoni ed Enrico Zucchi.
ORTI CINESI - "Sollecitata da alcuni residenti della zona e da alcune aziende agricole - spiega Marilena Granier - sono andata a verificare le coltivazioni gestite da orientali nella zona sud della città. Purtroppo non è stato possibile verificare a fondo i sementi e la provenienza dell’acqua utilizzata per innaffiare le coltivazioni nonché della qualità di concimi e diserbanti. Il pericolo potrebbe essere rappresentato dal proliferare di batteri e parassiti che, a seguito dei sementi importanti illegalmente, devastano le coltivazioni autoctone. Da considerare poi il danno economico che queste coltivazioni senza controllo possono avere sulla nostra filiera agricola mettendosi in concorrenza sleale contro quelli agricoltori che invece seguono le regole per garantire il prodotto".
MACROLOTTO ZERO - “Le condizioni in cui versa il Marcolotto Zero - affermano Ovattoni e Zucchi - sono alquanto preoccupanti. Tale condizione non lede soltanto il decoro della zona ma sta mettendo sempre più a repentaglio la salute e l'incolumità dei cittadini.  D'altronde Biffoni - proseguono i leghisti - in questo suo mandato anziché trovare adeguate soluzioni a questa intollerabile situazione ha pensato bene di puntare sui passaggi di Alia che hanno certamente determinato un probabile aggravio di spese per la comunità pratese e non hanno colpito chi viola le  regole sbattendosene del bene di Prato”.
Noi per il Marcolotto Zero (e per tutta Prato) - sottolineano i rappresentanti del Carroccio - abbiamo le idee molto chiare: controlli costanti e mirati con tolleranza zero verso chiunque violi leggi e regole e una predisposizione strategica di videosorveglianza attiva per individuare e sanzionare i trasgressori”. 
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  18.04.2019 h 12:24

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.