06.07.2017 h 19:02 commenti

Omicidio Lo Cascio, la Corte d'Assise rimanda al tribunale di Prato la decisione sul processo

Nulla di fatto nell'udienza di stamani a Firenze. Dovrà essere il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Prato a decidere sull'eccezione sollevata dai difensori dell'imputato e sulla richiesta di giudizio abbreviato
Omicidio Lo Cascio, la Corte d'Assise rimanda al tribunale di Prato la decisione sul processo
La Corte d'Assise ha stabilito che dovrà essere il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Prato a decidere il destino processuale di Abdelghani Ammari, il marocchino trentenne che ha confessato di aver ucciso, la sera del 30 marzo davanti al Palazzo di giustizia, Leonardo Lo Cascio, portiere di notte di 38 anni. Nessuna decisione, dunque, dopo l'udienza di oggi, giovedì 6 luglio, in Corte d'Assise a cui il gip Francesco Pallini si era rimesso affinché venisse sciolta l'eccezione sollevata dai difensori di Ammari, Gabriele Terranova e Luca Ancona, circa la regolarità del decreto di giudizio immediato chiesto dalla procura. I legali hanno riscontrato una discrepanza nel capo di imputazione proposto fino all'interrogatorio del loro assistito e quello che invece accompagna la richiesta di rito immediato: “nella prima versione non si fa cenno ad alcuna aggravante, mentre le aggravanti ci sono e sono due nella seconda versione”. Su questo dovrà decidere il giudice di Prato che dovrà anche valutare la richiesta di rito abbreviato avanzata dagli avvocati Ancona e Terranova e stabilire se i requisiti formali e della tempestività siano stati rispettati.
L'omicidio di Lo Cascio fu risolto in poche ore dai carabinieri, coordinati dal sostituto procuratore Egidio Celano. Grande il contributo dato dalle telecamere di sorveglianza installate nella zona di viale della Repubblica, via Catani e del luogo dove l'assassinio si è consumato, piazzale Falcone e Borsellino. Immagini che hanno mostrato il marocchino prima e dopo l'omicidio: prima mentre seguiva la vittima e dopo, quando prelevato qualche euro e il telefonino, ha abbandonato lo zaino sottratto al portiere di notte appena ucciso. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  06.07.2017 h 19:02

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Speciale