12.02.2019 h 17:00 commenti

Oltre tre milioni di euro per le strade provinciali. Interventi in tutti i Comuni

Nel 2019 saranno realizzati lavori di messa in sicurezza a Poggio a Caiano, lungo la 325, a Comeana e a Montemurlo. Il presidente della Provincia Puggelli: "Versiamo 13 milioni di euro allo Stato, ora ci aspettiamo che arrivino maggiori finanziamenti"
Oltre tre milioni di euro per le strade provinciali. Interventi in tutti i Comuni
La Provincia ha stanziatooltre  tre milioni di euro, nel triennio 2019-2021, per la sicurezza di automobilisti e pedoni in tutte le strade di competenza. Nel 2019, in particolare, saranno installate  le reti di protezione sul versante a monte della SP3, la strada che porta all'Acquerino. A Carmignano sarà realizzata l’asfaltatura del tratto urbano della SP9 nel centro di Comeana, mentre sarà sistemato il manto stradale della SP8 fra Prato e Poggio a Caiano. Inoltre saranno realizzati  lavori di messa in sicurezza del versante di valle della frana lungo la SP2, la strada che porta al lago Verde. In arrivo, inoltre, importanti opere di asfaltatura e messa in sicurezza lungo  la SR325 in Val Bisenzio e sulla Nuova montalese a Montemurlo.
La programmazione dei lavori stabilita prevede 1.123.111 euro di opere pubbliche legate alla viabilità per ciascuno dei prossimi tre anni. Gli interventi aggiuntivi saranno indicati dai sindaci dei comuni interessati e rientrano nell’ottica di avviare una nuova fase nei rapporti tra gli enti che parta dal recepire le istanze direttamente dalle amministrazioni comunali.
“Sono convinto che – spiega il presidente della Provincia Francesco Puggelli - attraverso il confronto quotidiano dei sindaci del territorio pratese, condividendo strumenti e priorità, sia possibile ottenere risultati positivi, nell'interesse dei cittadini e delle nostre comunità.  I 2.1 milioni di euro, recentemente assegnati alla provincia di Prato dall’esecutivo, sono un buon punto di partenza ma rappresentano solo una piccola parte rispetto a quanto, oltre 13 milioni di euro, il nostro ente versa annualmente allo Stato. Un saldo largamente negativo, che se non invertito rischia di restringere il campo e la qualità dei servizi offerti ai pratesi”.


 


 

Data della notizia:  12.02.2019 h 17:00

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.