07.10.2021 h 13:54 commenti

Nove adozioni e centoventi affidi, il bilancio del centro Ohana

Presentati i dati del centro di piazza Gelli che lavora in stretta collaborazione con la Società della Salute e i Comuni della provincia. Sperimentato anche un nuovo metodo per valutare il percorso di accompagnamento
Nove adozioni e centoventi affidi, il bilancio del centro Ohana
Più di 120 affidamenti familiari in corso, 40 ragazzi inseriti in strutture, 30  sono stranieri non accompagnati, e 9 bambini adottati nell'ultimo anno: sono questi i numeri dell'attività del Centro Ohana che offre servizi di supporto alle famiglie. La struttura di piazza Gelli in collaborazione con la società della Salute e i comuni della provincia di Prato , nei difficili mesi della pandemia ha anche organizzato un'attività di counselling per 15 giovani e una serie di incontri a distanza a sostegno della genitorialità a cui hanno partecipato 7 famiglie e 15 bambini . Numeri che confermano il Centro come un punto di riferimento per l’affido a livello locale , ma che potranno essere ampliati grazie ad un nuovo strumento: le Carte della partecipazione, realizzate dal LABT, Laboratorio integrato di Firenze e Prato, con il supporto dell’Università degli Studi di Padova e della Regione Toscana, per aiutare le  famiglie in situazione di vulnerabilità, e facilitare la relazione con i servizi socio-educativi nell'ambito dei percorsi di accompagnamento. Le immagini delle carte  aiutano a evocare stati d'animo, facilitare la comunicazione ed aprire nuovi ambiti di riflessione. L'obiettivo non è valutare la persona e la sua capacità di partecipare al progetto definito dall’operatore, ma evidenziare successi e criticità del percorso  intrapreso con i servizi sociali. Il nuovo strumento è stato presentato nell'ambito di un seminario a cui hanno partecipato, oltre all'assessore regionale alle Politiche sociali Serena Spinelli, che ha visitato il Centro  anche l ’assessore alle Politiche Sociali e presidente SDS Prato Luigi Biancalani, l’assessore all’Educazione e Welfare del Comune di Firenze Sara Funaro, il dirigente del Settore Innovazione sociale Regione Toscana Alessandro Salvi che ha coordinato l'incontro.
 

Data della notizia:  07.10.2021 h 13:54

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.