28.03.2020 h 13:54 commenti

Coronavirus, anche il grande cuore degli Alpini fa tappa al Santo Stefano

Stamani il gruppo di Montemurlo ha consegnato 1250 mascherine chirurgiche al reparto di Pediatria. A ruota è arrivata la donazione della Pointex con 40 camici usa e getta
Coronavirus, anche il grande cuore degli Alpini fa tappa al Santo Stefano
Anche gli Alpini fanno la loro parte per aiutare la Sanità pratese in questa difficilissima emergenza sanitaria. Questa mattina, 28 marzo, il gruppo di Montemurlo ha donato 1250 mascherine al reparto di Pediatria del Santo Stefano. Ad accogliere i tre rappresentanti delle Penne nere all'ingresso del nosocomio è stato il primario, Pierluigi Vasarri accompagnato dai suoi collaboratori. Seppur in misura minore e più lieve, il Covid 19 colpisce anche il mondo dell'infanzia (al momento solo un caso, una lattante di due mesi) e anche il personale di questo reparto, dove sono stati creati percorsi specifici separati, deve essere adeguatamente protetto. "Nel dna degli Alpini - spiega Giuseppe Rossi, segretario dell'associazione di Montemurlo - c'è la volontà di aiutare il prossimo. Noi quindi, non potevamo certo stare a guardare e abbiamo deciso di fare questo acquisto per i sanitari del Santo Stefano".
Solidarietà inarrestabile. Pochi minuti dopo la consegna degli Alpini, sono arrivati due scatoloni pieni di camici usa e getta. Li ha donati la Pointex, una delle più grandi e importanti aziende del distretto tessile. Sono 40 camici e saranno utilissimi come tutto il materiale che in queste settimane di emergenza è arrivato massicciamente da ogni angolo del territorio in via Suor Niccolina. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato Montemurlo

Data della notizia:  28.03.2020 h 13:54

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.