29.10.2018 h 12:07 commenti

Niente da fare per il Volley Prato. Tra le donne vince l'Ariete e cade il Viva

La formazione di Novelli disputa la partita più brutta della stagione e cede ai Lupi di Santa Croce. In campo femminile luci e ombra per le formazioni pratesi
Niente da fare per il Volley Prato. Tra le donne vince l'Ariete e cade il Viva
POLOCHEM VERDOLINI LUPI SANTA CROCE - VOLLEY PRATO 3-1
Volley Prato: Alpini M., Bruni, Biancalani, Lucchetti,  Marchi, Alpini l., Corti, Civinini, Nincheri, Cassioli, Scaduto, Mazzinghi E., Mazzinghi F., Olivieri. All. Novelli.
Arbitro: Fiori
Parziali: 21-25; 25-14; 25-11; 25-19.
Il più brutto Prato della stagione perde a Santa Croce. Serata no per i ragazzi di Novelli che, opposti ad una formazione giovane come loro, non hanno saputo stare in gara se non nel primo set. Peccato perché la gara sembrava essere alla portata dei pratesi che però l’hanno davvero interpretata male non riuscendo mai a mettere sotto pressione i Lupi ed anzi subendone l’esuberanza.
 
Serie C Femminile Girone B – Scotti Toyota Empoli Pallavolo - Ariete Prato Volley Project 0-3 (19-25; 19-25; 21-25), arbitro Gronchi.
La rosa dell’Ariete Prato Volley Project: Bartolini, Bagni, Ridolfi, Capocasale, Speranza, Petri, Quaresimini, Morotti, Legnini, Galli, Filindassi, Golfieri, Mangone. All. Roberto Latini
L’Ariete supera l’Empoli e scaccia i fantasmi. Vittoria da pronostico ma provvidenziale per la squadra di Roberto Latini che aveva bisogno di un successo nitido per archiviare anche mentalmente la gara interna con Pontassieve. Contro l’Empoli la squadra pratese non ha brillato ma ha saputo portare a casa i tre punti con sufficiente sicurezza e questo basta. La gara. Prato con Bartolini e Speranza in diagonale, Morotti e Galli al centro, Filindassi e Ridolfi di banda e Golfieri libero ed inizio buono (2-4) ma subito stoppato dalla reazione delle ragazze di casa (9-7). Latini ci parlava sopra, entrava Capocasale. Empoli avanti 11-7, poi riacciuffato sul 12-11, con tempo della panchina di casa, e quindi distanziato (16-19). Finale senza storia con Ariete a chiudere a 19. Nel secondo parziale ancora Prato a tentare subito la fuga (6-9 e 11-15). Empoli che tentava di rimanere in scia e che tornava a meno tre (13-16). Latini chiamava le sue ad una maggiore concretezza e Prato strappava sul 14-18 e sul 18-22 chiudendo ancora a 19. Empoli provava la reazione nel terzo parziale (3-1 e 8-6). Prato recuperava e sorpassava (9-11). Tempo della panchina di casa ma Ariete decisa a chiudere i conti (11-15 e 14-18). Dentro Legnini. Empoli che si riavvicinava (17-19). Accelerata finale di Prato per chiudere la gara.
 
Serie D Femminile Girone C – PVP Viva Volley – Pietro Larghi Volley  2-3 (25-17; 20-25; 27-25; 22-25; 9-15), arbitro Barcellona.
La rosa del Viva Volley: Del Buono, Di Pasquale, Fantacci, Gentile, Giuliani, Goracci, Lamperi, Napolitano, Pacini, Pagliai, Ponzecchi, Ruberto Galli, Vignozzi. All. Ceccato.
Ancora una sconfitta al tie break per il Viva. Seconda gara casalinga e secondo epilogo al quinto set amaro per la squadra di Ceccato. Un risultato giunto al termine di una sfida equilibrata e ricca di emozioni. Una gara nella quale Prato ha giocato offrendo alti e bassi di rendimento ma anche con cuore e coraggio. Alla fine, come detto un punto che non soddisfa le ambizioni del giovanissimo gruppo di Ceccato ma certo utile a muovere la graduatoria. La gara. Inizio tutto di marca pratese (7-1 e 11-6). Ospiti che provavano il contro break (16-13) ma Viva che allungava di nuovo (19-14 e 23-16) e chiudeva in scioltezza. La musica cambiava dal secondo set. La Pietro Larghi saliva di intensità ed anche se iniziava male il set (6-2) recuperava (8-8) e poi trovava il break (13-18) che valeva la parità. Nel terzo ancora partenza forte del Viva (6-3). Prato rimaneva avanti di autorità fino al 18-14 poi concedeva troppo alle ospiti che recuperavano (19-19). Finale con contro break ospite (20-22), Viva a recuperare (25-25) e poi a strappare il set ai vantaggi. Nel quarto partivano meglio le ospiti (5-9). Pagliai al servizio faceva la differenza (11-11). Viva che saliva sul 16-12, si faceva recuperare sul 19-18 e superare nel finale (21-24). Tutto rinviato al quinto e qui erano ancora più lucide le ospiti che strappavano al cambio campo (5-8) e non mollavano più la presa (6-12) fino a chiudere a 9.
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  29.10.2018 h 12:07

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.