25.04.2017 h 18:05 commenti

Niente corsi di cultura generale proposti dal Comune, la protesta degli insegnanti. L'assessore: "Ripartiranno a breve"

Da quasi un anno non vengono più organizzati, così alcuni docenti hanno inviato una lettera: "Si rischia di non dare più un servizio ai pratesi e di disperdere un patrimonio di conoscenze che è stato costruito in tanti anni"
Niente corsi di cultura generale proposti dal Comune, la protesta degli insegnanti. L'assessore: "Ripartiranno a breve"
Niente corsi di cultura generale da quasi un anno e così un gruppo di insegnanti tra cui anche il critico cinematografico Federico Berti e l'attrice Maila Ermini, hanno preso carta e penna e hanno scritto all'assessore alla cultura del comune di Prato Simone Mangani per avere spiegazioni. "Dal 2015 – spiega la portavoce degli insegnanti Rita Biancalani – l'organizzazione dei corsi è stata tolta alla circoscrizioni e affidata all'assessorato alla cultura. Per qualche mese l'attività è andata avanti, ma poi, dal 2016 è stata sospesa senza che nessuno desse spiegazioni nè a noi nè ai numerosi partecipanti. Sospendere questa attività è sicuramente un errore: si rischia di non dare più un servizio ai pratesi e di disperdere un patrimonio di conoscenze che è stato costruito in tanti anni".
I corsi, soprattutto quelli di lingua e informatica, sono sempre stati seguiti e apprezzati, ma anche quelli più fantasiosi, come la scrittura creativa e la difesa personale. "Quest'anno – si legge nella lettera inviata all'assessore alla cultura - si è verificato uno stop totale e forse definitivo. Si parla in realtà di una sospensione. Se ne parla, appunto, perchè nessuna comunicazione pubblica e ufficiale è arrivata dal Comune di Prato. Tante persone coinvolte e neppure un'informativa sulla soppressione o momentanea interruzione delle attività! Neppure l'accenno a un minimo di interlocuzione, magari per valutare l'ipotesi di un'alternativa".
Immediata la risposta di Mangani. "Non sono stati affatto soppressi, ma la competenza è passata al servizio bibliotecario dal primo di marzo, gli uffici stanno lavorando per far ripartire al più presto i corsi. Presto inizieremo anche la programmazione per il prossimo anno".
Firmatari della lettera sono Rita Biancalani, Giuseppe Faienza, Tamara Donati, Maila Ermini, Claudio Bianchi, Diana Salvadori, Federico Berti, Marco Gamannossi Degl'Innocenti, Manuela Fogliazza, Ernest Vaudry e Sabrina Pratesi.


 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  25.04.2017 h 18:05

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.