13.04.2018 h 14:18 commenti

Multe e tasse comunali non pagate, la rottamazione adesso si può fare anche online

Inviate 35 mila lettere per cercare di recuperare 30milioni di euro di credito conteggiato a partire dal 2003. In tre settimane sono arrivate oltre duecento adesioni da parte dei contribuenti che possono scegliere le modalità di pagamento
Multe e tasse comunali non pagate, la rottamazione adesso si può fare anche online
Trentacinquemila lettere inviate per cercare di recuperare un credito di 30mila euro di imposte e multe non pagate,  offrendo agevolazioni e rateizzazione del pagamento collegandosi direttamente al sito online. La Sori sta cercando di recuperare i contributi notificati dal 2003 al 16 ottobre 2017: il contribuente tramite le credenziali che gli sono state spedite, può collegarsi al sito vedere la propria posizione e decidere le modalità di pagamento e il metodo con cui effettuarlo. Da lunedì oltre ai bollettini postali, stampabili direttamente dal sito, e al conto postale/bancari e al Tserver si potrà pagare anche online utilizzando la carta di credito.
Chi aderisce all’iniziativa, per quanto riguarda i tributi, non deve pagare la quota relativa alla sanzione, per le multe vengono eliminati gli interessi.  Entro il 31 luglio si può aderire alla rottamazione, mentre l’ultima rata deve essere saldata entro il 30 settembre 2018, prima si decide maggiore è la possibilità di diluire le rate. “Con questo sistema – spiega il presidente di Sori Alessandro Michelozzi – cerchiamo di agevolare il contribuente, in media ogni giorno abbiamo una trentina di adesioni, in tre settimane sono arrivate 200 richieste di rottamazione. L’obiettivo è di alleggerire l’attività degli sportelli, dare un servizio in più ai cittadini, fra qualche mese il portale sarà accessibile a tutti in modo da poter gestire in autonomia i pagamenti”.
La prima tranche della rottamazione partita a febbraio 2017, che prevede comunque l’utilizzo degli sportelli, porterà nelle casse del Comune 6, 8 milioni di euro a fronte dei 5 milioni previsti, 2 milioni sono già stati incassati. “La rottamazione tramite portale – ha precisato Monia Faltoni assessore al bilancio - è un’ulteriore implementazione che ci porta a riscuotere quei crediti anche più vecchi: talvolta il cittadino non paga perché si trova in una situazione di difficoltà o semplicemente perché si è dimenticato, con questo sistema ha l’opportunità di mettersi in regola”.
 
Edizioni locali collegate:  Prato Montemurlo Comuni Medicei

Data della notizia:  13.04.2018 h 14:18

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.