23.02.2021 h 18:19 commenti

Morte Iannelli, il tribunale di Alessandria decide sulla richiesta di archiviazione

Il ciclista pratese è morto a 22 anni durante una gara under 23, cadendo nella volata finale. La battaglia del padre Carlo: "Serve un processo per chiarire le cause della morte di Giovanni"
Morte Iannelli, il tribunale di Alessandria decide sulla richiesta di archiviazione
Il tribunale di Alessandria deciderà domani, mercoledì 24 febbraio, se archiviare l'inchiesta sulla morte di Giovanni Iannelli, il ciclista pratese di 22 anni deceduto a ottobre del 2019 in seguito ad una caduta mentre partecipava all'87° Circuito Molinese under 23 a Molino dei Torti, o accogliere l'opposizione presentata dalla famiglia, assistita dagli avvocati Leonardo Pugi e Gabriele Terranova. 
"Spero nel processo – il commento del padre della vittima, l'avvocato Carlo Iannelli – serve un processo per chiarire le cause della morte di Giovanni. Il processo è un principio di civiltà". Il giovane cadde a 144 metri dal traguardo e finì contro la colonna di mattoni di un cancello davanti al quale non c'era nessuna protezione. Giovanni Iannelli impattò con la testa contro lo spigolo della colonna e morì dopo due giorni di agonia.
La Corte sportiva di appello della Federazione ciclistica, un anno fa, ha sanzionato l'organizzazione della gara per irregolarità delle transenne e per la mancata protezione del tratto in cui avvenne la caduta. La giustizia penale, però, è andata in altro modo: la procura, a dicembre scorso, ha infatti chiesto l'archiviazione. La famiglia di Iannelli non ci sta e chiede giustizia per Giovanni e per tutto il mondo del ciclismo: "Questa tragedia dovrà contribuire a far sì che gli organizzatori prestino più attenzione alla sicurezza nei tratti finali delle gare". Grande attesa.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  23.02.2021 h 18:19

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.