17.01.2019 h 17:45 commenti

Minaccia di buttarsi dal quarto piano con la figlia. Sul posto polizia, vigili del fuoco e 118

L'allarme è scattato attorno alle ore 16. La causa è lo sfratto ricevuto nel pomeriggio. La strada è stata chiusa provocando molti problemi al traffico
Minaccia di buttarsi dal quarto piano con la figlia. Sul posto polizia, vigili del fuoco e 118
Momenti di tensione questo pomeriggio, 17 gennaio, in via Roncioni. L'allarme è scattato attorno alle 16. Un uomo di origine marocchina ha minacciato di buttarsi dal terrazzo della sua abitazione al quarto piano di una palazzina. Con se aveva sua figlia di 7 anni. A scatenare la reazione è stato lo sfratto esecutivo che la famiglia ha ricevuto nel pomeriggio.
Dopo una lunga trattativa, condotta dall'ispettore della squadra mobile, Marco Fazzi, l'uomo è rientrato in casa. La famiglia ha ottenuto una proroga di una settimana. La storia è complessa. La famiglia ha sempre pagato l'affitto al vecchio proprietario di casa a cui poi è subentrata la banca per problemi finanziari. A quanto sembra non è stato possibile trovare un accordo tra gli inquilini e l'istituto di credito che ha quindi proceduto con lo sfratto. Oggi pomeriggio si è presentato il fabbro a cambiare la serratura.
Sul posto sono sopraggiunti anche un'ambulanza della Pubblica Assistenza L'Avvenire con medico a bordo inviata dal 118 per precauzione e i vigili del fuoco con un'autoscala. Il telo di salvataggio è stato subito sistemato sulla terrazza del primo piano che è più grande di quella dove si è sporto l'uomo in modo da attutirne l'eventuale caduta.
La strada è stata chiusa al traffico per quasi due ore con pesantissime le ripercussioni sulla viabilità. Poco dopo le 18, terminata l'emergenza, è stata riaperta.
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  17.01.2019 h 17:45

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.