30.05.2017 h 12:11 commenti

Memorial Sergio Castelletti, al via il prestigioso torneo di calcio giovanile

Si svolgerà anche a Prato la competizione internazionale giunta all'edizione numero 26. Le gare da venerdì 2 a domenica 4 giugno
Memorial Sergio Castelletti, al via il prestigioso torneo di calcio giovanile
La 26esima edizione del "Memorial Sergio Castelletti" si terrà dal 2 al 4 giugno prossimi.  Per la città di Prato si tratta della seconda partecipazione al prestigioso torneo di calcio giovanile riservato a giovani atleti. L’appuntamento è per venerdì 2 giugno alle 17.15 all'impianto sportivo "Vittorio Rossi" di viale Galilei.
Il "memorial Sergio Castelletti" è ideato e coordinato dal Centro di Formazione Calcio, che lo organizza in collaborazione con la Regione Toscana, con le società sportive della Lastrigiana, della Sestese e, appunto, del Coiano Santa Lucia, e con le loro rispettive amministrazioni, vale a dire i Comuni di Lastra a Signa, di Sesto Fiorentino e di Prato. Il torneo fa parte del "Golden Circuit", uno dei circuiti più blasonati del calcio giovanile europeo, che coinvolge 71 squadre, 850 atleti, 250 dirigenti e 200 volontari per un totale di circa 3500 presenze sul nostro territorio. 
“Non si tratta solamente di una manifestazione sportiva per chi ama il calcio – dice il consigliere delegato allo Sport Luca Vannucci – bensì di un’occasione per far conoscere in maniera positiva la nostra città a tutti gli ospiti che verranno dall’Inghilterra, dall’Austria, dalla Germania. Si parla ancora una volta di turismo sportivo e questo evento ne è il simbolo.”
Il "Memorial Sergio Castelletti" si compone di 4 tornei: la Europe Cup U12, la Coppa Italia Open U12, la Coppa Italia Open U10 e la Coppa dell’Amicizia. A dispetto dell’internazionalità del torneo, la partita inaugurale opporrà la Fiorentina al Prato (2 giugno alle 17.15 allo Stadio Torrini di Sesto Fiorentino). Ma già al primo turno si sfideranno Wacker Innsbruck – Livorno, Chelsea – Luceafarul, Hanved – Arezzo. Come da tradizione sono 16 le squadre che si daranno sportivamente battaglia sui campi di Sesto Fiorentino, Lastra a Signa e Prato. Le 16 squadre, provenienti da 7 diverse nazioni, sono state suddivise in quattro poule.  Nella Poule A, sono inserite Inter, Livorno, Wacker Innsbruck (Austria) e Sestese. Nella Poule B sono presenti la Fiorentina, l’Hajduk (Croazia), il Prato e il Coiano Santa Lucia. La Poule C, è composta da Borussia Monchengladbach (Germania), dall’ Honved (Ungheria), dall’ Arezzo e dalla Lastrigiana. Nella Poule D, spiccanno i nomi del Chelsea (Inghilterra), del Luceafarul Drobeta (Romania), dell’Empoli e del Maliseti. Il torneo si presenta quest’anno molto incerto con almeno cinque pretendenti al titolo, ovvero Fiorentina, Hajduk, Inter, Chelsea e Borussia e tantissime outsider di buon livello pronte a inserirsi nella lotta per il successo finale. In questa ottica da tenere presenti l’Empoli e l’Honved. La finale, che avrà inizio domenica 4 giugno alle ore 12 presso lo Stadio Torrini di Sesto Fiorentino, si svolgerà alla presenza di numerose personalità del panorama sportivo, istituzionale e imprenditoriale fiorentino e pratese.    
Con l’edizione 2017, la città di Prato e il suo territorio rafforzano la loro presenza nell’organizzazione del Memorial Sergio Castelletti, grazie anche alla disponibilità e al coinvolgimento in particolare del Coiano Santa Lucia, il cui impianto sportivo ospiterà la maggior parte delle partite della Europe Cup U12 e della Coppa Italia Open U12, inclusa una delle due semifinali del prestigioso torneo internazionale.
“Siamo orgogliosi di portare questo prestigioso torneo nel nostro territorio - ha affermato il presidente del Coiano Santa Lucia Roberto Macrì – far parte di squadre di questo livello è per noi un motivo d'orgoglio e un riconoscimento del nostro lavoro. Da qui sono passati tanti calciatori famosi come Giampaolo Pazzini, Luca Antonini, Sebastian Giovinco, Ignazio Abate, Mathieu Flamini”.
Quest’anno, a supporto del Comitato Organizzatore Locale, sono presenti altre due importanti società pratesi quali il Maliseti e il San Giusto che con la loro presenza hanno spostato il baricentro della manifestazione da Firenze a Prato.
“Ringrazio tutte le società che ci hanno aiutato nell’organizzazione - ha dichiarato il coordinatore di Golden Circuit Fabrizio Mancini -  l'idea di festa di questa manifestazione ci piace molto. Ci ha convinto anche lo scambio culturale che avverrà tra i ragazzi stranieri ospitati nelle famiglie di quelli delle squadre italiane.” 
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  30.05.2017 h 12:11

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.