12.10.2021 h 11:01 commenti

Maria Cassi sul palco del Politeama con "Mammamia!"

Primo appuntamento con la rassegna "Toscanacc*", una delle novità della stagione 2021-2022. Protagonisti attrici e attori aventi come denominatore comune la “toscanità”
Maria Cassi sul palco del Politeama con "Mammamia!"
Metti un mercoledì sera a teatro tra sorrisi e battute: nasce così la rassegna "Toscanacc*", una delle novità della stagione 2021-2022 del Politeama con sei spettacoli da non perdere in programma fra ottobre a febbraio: in scena Maria Cassi, David Riondino, Katia Beni e Anna Meacci, Daniela Morozzi, Valentina Cardinali e Paolo Hendel.
A inaugurare questa carrellata di attrici e attori aventi come denominatore comune la “toscanità” sarà Maria Cassi che porterà sul palco del Politeama il suo spettacolo dal titolo "Mammamia!", in scena domani mercoledì 13 ottobre alle 21.
"Accanto alla tradizione della grande prosa abbiamo pensato di rivolgerci a un nuovo pubblico, quello del mercoledì sera al quale poter dare un momento di pausa durante la settimana – spiega la presidente del Teatro Politeama Pratese Beatrice Magnolfi - La rassegna Toscanacc* porterà in scena sia artisti che artiste, per questo motivo nel nome abbiamo scelto l’asterisco come richiamo al linguaggio di genere. Una risposta a un’esigenza profonda che tutti noi abbiamo specialmente in questo periodo, quella di sorridere alla vita con quell’autoironia tipica della comicità intelligente toscana che poi è la cifra della cultura di questa terra".
Un mix di comicità “intelligente” e pura poesia è quello che accompagnerà una maestra esperta nel mestiere del far ridere come Maria Cassi che al Politeama rimetterà in scena i personaggi dei suoi spettacoli più esilaranti, per un racconto del tutto nuovo. Entusiasmo, ironia e un talento unico nella capacità di interazione con il pubblico sono i tratti distintivi dell’attrice fiesolana, anima del Teatro del Sale che dirige da 18 anni, che punta una lente sul mondo e lo mostra attraverso i suoi occhi. Risate assicurate mentre si susseguono sulla scena atteggiamenti e tic umani che, a ben guardare, si ritrovano con le loro differenze anche tra le città da sempre nel cuore dell’attrice come Parigi, New York e Firenze o fra le millenarie differenze tra uomo e donna, fra ragazze e ragazzi, parlando di cibo e di amore.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  12.10.2021 h 11:01

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.