16.07.2015 h 12:20 commenti

Maltrattamenti rsa, davanti al giudice i sanitari indagati: in molti hanno fatto scena muta

Quasi la metà degli operatori si è avvalso della facoltà di non rispondere durante l'interrogatorio di garanzia. Stasera a Narnali la fiaccolata di solidarietà per gli ospiti della struttura
Maltrattamenti rsa, davanti al giudice i sanitari indagati: in molti hanno fatto scena muta
Si sono svolti stamane al tribunale di Prato gli interrogatori di garanzia per i nove sanitari sospesi per le accuse di maltrattamenti nella Rsa per anziani di Narnali. Gli interrogatori saranno utili al giudice per le indagini preliminari, Silvia Isidori, al fine di valutare se confermare le misure cautelari adottate nei giorni scorsi - sospensione dal servizio per 9 degli indagati - e per consentire agli indagati stessi di fornire, se credono, una loro versione dei fatti. La metà circa degli operatori sentiti dal giudice ha deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere, mentre altri hanno preferito rispondere alle domande del magistrato cercando di spiegare la propria posizione e difendendosi. 
Intanto stasera a Narnali andrà in scena la fiaccolata organizzata dai residenti della frazione a sostegno degli anziani ospiti (LEGGI).
Sul versante politico, il gruppo del Partito democratico, in modo compatto, ha chiesto al presidente della Commissione Servizi Sociali Gabriele Alberti, di organizzare una commissione straordinaria in seguito ai fatti avvenuti nella Rsa di Narnali. La commissione si terrà molto probabilmente lunedì 27 luglio nel Salone consiliare della Provincia di Prato. “Riuniremo attorno a un tavolo la Società della Salute, il sindaco Matteo Biffoni, l'assessore Luigi Biancalani e il vicecommissario della Asl 4 Simona Carli, in un'apposita commissione aperta al pubblico - spiega Alberti -. L'obiettivo è quello di condividere il percorso che amministrazione, Asl e Sds, in concerto, intendono percorrere per tutelare le vittime di questa incresciosa vicenda e per attuare politiche che – in sede di selezione delle cooperative – possano davvero garantire il miglior servizio ai cittadini che già si trovano ad affrontare un momento delicato della loro vita e di quella dei loro familiari”.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  16.07.2015 h 12:20

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Speciale