10.10.2018 h 10:56 commenti

Maltrattamenti in famiglia, evade dagli arresti domiciliari: quarantenne portato in carcere

Era ai domiciliari da un anno l'uomo che ieri è stato rinchiuso nel carcere della Dogaia perché per due volte non è stato trovato in casa dai carabinieri. Il mancato rispetto degli obblighi previsti per i domiciliari ha prodotto l'inasprimento della misura cautelare
Maltrattamenti in famiglia, evade dagli arresti domiciliari: quarantenne portato in carcere
Era agli arresti domiciliari per maltrattamenti in famiglia ma i carabinieri per due volte non lo hanno trovato nella casa di Vaiano dove stava scontando la misura cautelare e ieri, martedì 9 ottobre, lo hanno portato in carcere. Dietro le sbarre è finito un quarantenne italiano a cui l'autorità giudiziaria ha aggravato la misura cautelare in seguito alle segnalazioni dei carabinieri di Vaiano sul mancato rispetto degli obblighi previsti per il regime di arresti domiciliari. L'uomo era stato arrestato un anno fa dopo le denunce della famiglia su episodi di maltrattamento che si sarebbero protratti nel tempo. Le indagini avevano convinto la procura a chiedere al tribunale la misura degli arresti domiciliari che era stata accolta. Il periodico controllo nell'abitazione del quarantenne per accertare l'osservanza delle prescrizioni ha però dato esito negativo in un paio di occasioni e questo ha di fatto aperto le porte del carcere.
 
Edizioni locali collegate:  Val di Bisenzio

Data della notizia:  10.10.2018 h 10:56

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.