13.11.2017 h 10:52 commenti

Maltempo, alta Val di Bisenzio imbiancata: disagi per gli alberi caduti, manca elettricità e acqua. A Prato chiusi parchi e cimiteri

Da stamani tutta la provincia è interessata dalla perturbazione annunciata, particolarmente colpite le zone di Vernio e Cantagallo
Maltempo, alta Val di Bisenzio imbiancata: disagi per gli alberi caduti, manca elettricità e acqua. A Prato chiusi parchi e cimiteri
L'ondata di maltempo annunciata per oggi lunedì 13 novembre è arrivata puntuale con pioggia, forti raffiche di vento e neve in alta quota. Montepiano questa mattina si è svegliata imbiancata, come Gavigno, Faltugnano e Migliana. Qualche fiocco anche a Schignano  Sulla 325, in anticipo rispetto alla data convenzionale, da oggi c'è l'obbligo del transito con pneumatici da neve o catene. In mattinata  è stata invece chiusa per la caduta di alcuni rami appesantiti dalla neve bagnata,  la strada comunale tra Luciana e Cavarzano, difficoltà anche nel tratttato della 325 tra Sasseta e Montepiano. 

Con il passare delle ore la situazione si è complicata: la  nevicata abbondante, caratterizzata da un manto reso pesante dall’umidità e per questo molto dannoso per gli alberi che, ancora carichi di foglie, a centinaia hanno ceduto invadendo le strade e rendendo difficoltosa l’azione degli spalaneve. A questo proposito Il sindaco di Vernio Morganti, vista la situazione e le previsioni per domani, invita i cittadini “a ridurre al minimo gli spostamenti nei tratti stradali interessati dalla presenza di alberi ad alto fusto, dove la neve e il vento potrebbero creare situazioni di pericolo”. Non solo. Si ricorda a tutti coloro che vogliono raggiungere e spostarsi nell’alta valle che devono disporre di mezzi dotati di gomme da neve e di catene montate.
Situazione particolarmente critica a Cavarzano, frazione del Comune di Vernio. "Alle 19 - dice un residente -  non sono ancora giunti i soccorsi per spalare la strada. Non solo, ci sono un sacco di rami pericolanti dovuti al peso della coltre di neve. Completamente abbandonati a noi stessi. La macchina della protezione civile si è inceppata di brutto".


In alcune frazioni di Cantagallo manca l'energia elettrica nelle case, mentre a Vernio potrebbero verificarsi problemi  con l'approvvigionamento idrico, causa mancanza di alimentazione elettrica sul pozzo Fornace d’Argeo, conseguenza di problemi alle linee elettriche Enel causati dalla neve. Publiacqua fa sapere che dalle prossime ore si potranno verificare forti abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua sul territorio comunale. L’ultima emergenza è scattata in serata con la  persistente mancanza di energia elettrica a Montepiano. Enel, anche su espressa richiesta del sindaco Morganti, ha deciso di fronteggiarla con l’invio di cinque generatori che stanno arrivando. Intanto Misericordia, Croce Rossa e Vab sono al lavoro per predisporre lo spazio adeguato a sistemare i generatori. 
In città, invece, fa paura il vento: la raffica più forte si è registrata alle alle ore 17 con una velocità di 53 Km/h registrata alla stazione di “Prato Università”.. In piazza dei Macelli un albero, di modeste dimensioni, è cascato sopra a due autovetture parcheggiate che sono rimaste danneggiate. Il sindaco Matteo Biffoni ha disposto la chiusura di cimiteri, piste ciclabili, parchi e giardini pubblici, impianti sportivi all'aperto e/o coperti con pallone dalle  fino alle ore 8 di domani, 14 novembre. Attivato anche il servizio Alert System che ha avvisato tramite una telefonata a tutti i numeri fissi e ai cellulari registrati, dei provvedimenti presi. 
Stesse restrizioni anche a Vaiano dove è stata  aperta la sala di protezione civile. Anche il sindaco del Comune di Carmignano Edoardo Prestanti ha disposto, in via precauzionale, la chiusura dei cimiteri comunali (ad eccezione delle operazioni di sepoltura), di tutti i parchi, dei giardini pubblici e degli impianti sportivi all’aperto a partire dalle ore 13 di  fino alle ore 8 di domani, martedì 14 novembre.
A Montemurlo, il sindaco Mauro Lorenzini ha firmato l'ordinanza per l'attivazione del Coc, il centro operativo comunale di protezione civile. Intanto in mattinata secondo i dati registrati dalla stazione meteo sono caduti  circa 15 millimetri di pioggia,14  a Oste e 18  a Bagnolo. Le temperature medie registrate oscillano tra i 4 e i 6 gradi, mentre le raffiche di vento hanno soffiato tra i 45-50 km/h.
In serata problemi anche per i pendolari che usano il servizio bus della cap da Firenze a Prato. La decisione di Autostrade di chiudere l'accesso all'A11 ha infatti costretti la Cap a dirottare tutte le linee sul percorso di Campi Bisenzio con notevoli ritardi e disagi.

 

Data della notizia:  13.11.2017 h 10:52

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.