09.04.2019 h 16:39 commenti

Lite Lungobisenzio, respinta l'opposizione di Toccafondi contro l'archiviazione del sindaco

Parola fine per l'inchiesta penale: non ci sarà nessun supplemento di indagine sul comportamento tenuto da Biffoni quando ha revocato l'uso dello stadio all'Ac Prato
Lite Lungobisenzio, respinta l'opposizione di Toccafondi contro l'archiviazione del sindaco
Non ci sarà un supplemento di indagine preliminare e, a questo punto, neppure il processo per il sindaco Matteo Biffoni che lo scorso anno revocò la disponibilità dello stadio Lungobisenzio all'Ac Prato di Paolo Toccafondi e finì sul registro degli indagati con l'accusa di abuso d'ufficio. Lo ha deciso oggi, martedì 9 aprile, il giudice per le udienze preliminari Costanza Comunale che ha respinto l'opposizione alla richiesta di archiviazione della procura avanzata dall'avvocato Enrico Guarducci, difensore del patron del Prato. Il sindaco, invece, era difeso dall'avvocato Giuseppe Nicolosi.
Cala dunque il sipario sulla resa dei conti giudiziaria che ha contrapposto il sindaco Biffoni e il presidente biancazzurro Toccafondi al termine della trattativa, intavolata e poi sfumata, per la cessione della società a cui l'amministrazione comunale aveva vincolato la disponibilità dello stadio. La mancata disponibilità aveva fatto saltare i progetti di ripescaggio nel campionato professionistico di serie C dopo la retrocessione tra i dilettanti alla fine della stagione 2017-2018. Questo al centro delle accuse tra le parti: Toccafondi contro il sindaco indagato per abuso d'ufficio, il Comune contro l'Ac Prato sostenendo l'accusa di tentata truffa.
La procura, nel corso dell'inchiesta, non trovò riscontro alle contestazioni mosse da una parte e dall'altra chiedendo al tribunale di archiviare tutto. Toccafondi presentò opposizione alla richiesta di archiviazione, mentre il Comune non lo fece. Oggi è arrivata la parola fine.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  09.04.2019 h 16:39

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.