13.06.2018 h 13:52 commenti

Protesta contro i licenziamenti, subito riassunti quattro Cobas

I quattro lavoratori sono dipendenti della Cooperativa Tutto Servizi che fornisce manodopera alla tintoria GM. Luca Toscano responsabile settore tessile SI Cobas: "E' stato un licenziamento politico: hanno colpito solo gli iscritti al sindacato"
Protesta contro i licenziamenti, subito riassunti quattro Cobas
Licenziati e riassunti nel giro di 24 ore; quattro dipendenti della cooperativa Tutto Servizi che lavora per la tintoria GM, ieri 12 giugno hanno ricevuto la lettera di licenziamento e oggi sono stati reintegrati al lavoro. “Chiaramente si stratta di un licenziamento politico – spiega Luca Toscano rappresentante del settore tessile per Prato del sindacato SI Cobas – due settimane fa questi lavoratori si sono iscritti al nostro sindacato per chiedere che gli venissero pagati gli straordinari, le ferie, le malattie e che venissero inquadrati secondo un contratto in linea con le funzioni svolte. Abbiamo chiesto un incontro con la cooperativa che ce lo ha negato, ieri poi sono arrivate le lettere di licenziamento: su 50 lavoratori soltanto i quattro che sono inscritti a S.I.Cobas sono stati licenziati”: E così questa mattina alle 6 è stato organizzato un picchetto davanti all’ingresso della GM in via Cava che ha bloccato l'ingresso e l'uscita dal piazzale dei furgoni, non solo quelli della tintoria ma anche quelli delle altre aziende che condividono l’ingresso con la GM. “Al terzo tentativo di parlare con i responsabili della Cooperativa – spiega Toscano – siamo riusciti a riaprire il dialogo: abbiamo ottenuto l’immediato reintegro dei lavoratori, giovedì prossimo ci sarà un nuovo incontro per discutere di contratti e dello stipendio”. A quel punto, attorno alle 10.30, la manifestazione è terminata.
Shahzad Malik è uno degli ex licenziati. Da sette anni è dipendente della Cooperativa e da due lavora per la GM: “Vengo pagato 4,20 euro all’ora e ne lavoro 12, con le stesse mansioni dei lavoratori assunti direttamente dalla GM, per questo mi sono rivolto al sindacato per avere giustizia e invece ieri quando mi sono presentato per il primo turno di lavoro non mi hanno fatto entrare”.
I titolari della GM, dove lavora una settantina di persone di cui 50 assunte dalla cooperativa Tutto Servizi, non hanno voluto rilasciare commenti, a differenza di Anshar Mahmood titolare della Tutto Servizi: “Il Lavoro è calato – è stata la giustificazione – per cui ho lasciato a casa quattro persone, non sono le sole, ce ne sono altre occupate in altre aziende che non stanno lavorando. I contratti sono regolari: alla GM i miei dipendenti devono caricare i muletti e i camion quindi l’inquadramento di riferimento è del settore della logistica. Ho sempre pagato ferie e straordinari. E' tutto verificabile dalle buste paghe dei lavoratori”.
a.a.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  13.06.2018 h 13:52

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.