14.12.2016 h 10:58 commenti

La Popolare di Vicenza chiede i danni a Zonin, Sorato e agli ex amministratori

L'assemblea dei soci ha votato quasi all'unanimità la decisione di promuovere l’azione di responsabilità
La Popolare di Vicenza chiede i danni a Zonin, Sorato e agli ex amministratori
L’assemblea ordinaria degli azionisti della Banca Popolare di Vicenza, presieduta da Gianni Mion, ha deciso di promuovere l’azione di responsabilità nei confronti di ex amministratori, ex componenti della Direzione generale ed ex sindaci. Tra questi anche l'ex presidente Zonin e l'ex direttore generale Sorato.
L'assemblea si è svolta ieri 13 dicembre e vi hanno partecipato 986 azionisti (310 per delega) in rappresentanza del 99,4% del capitale sociale.  
L’azione, viene spiegato in una nota di BpVi  è finalizzata al risarcimento "di ogni danno, patrimoniale e non (anche di natura reputazionale), derivante dalla violazione, da parte degli anzidetti esponenti, nel periodo in cui hanno rivestito le rispettive cariche, degli obblighi e delle norme che  disciplinano le regole di condotta cui essi si devono attenere; di tutti i danni, compresi i costi sopportati dalla Banca per stipulare transazioni con azionisti, anche di natura reputazionale, derivanti dalla negoziazione delle azioni BPVi (incluso il processo di  determinazione del prezzo delle azioni, il fenomeno del capitale finanziato, le lettere di impegno e/o il rispetto della disciplina che regola i servizi di investimento e dell'intermediazione finanziaria)".
 

Data della notizia:  14.12.2016 h 10:58

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Dossier