14.03.2019 h 16:30 commenti

La polizia municipale di Poggio a Caiano strizza l'occhio all'ambiente: la nuova auto di servizio è una ibrida

Il mezzo è stato adottato proprio in questi giorni e sostituisce il precedente che aveva ormai superato i 160mila chilometri
La polizia municipale di Poggio a Caiano strizza l'occhio all'ambiente: la nuova auto di servizio è una ibrida
Da pochi giorni è in dotazione al comando della polizia municipale di Poggio a Caiano una nuova auto con alimentazione ibrida. Si tratta della prima auto ibrida acquistata dall’amministrazione poggese e sostituisce la Fiat Grande Punto che aveva ormai superato i 160mila chilometri. 
“La nostra attenzione ad una gestione oculata delle risorse e alla lotta agli sprechi è sempre massima. La sostituzione del vecchio mezzo, purtroppo, era irrimandabile per garantire agli agenti – e di conseguenza ai cittadini – la massima attenzione nello svolgimento dei servizi sul nostro territorio – spiega l’assessore alla polizia municipale Giacomo Mari. 
"Nel mandare in pensione la vecchia Fiat, che aveva ampiamente fatto il tuo tempo - aggiunge Mari - abbiamo fatto una scelta responsabile nei confronti dell’ambiente e di tutti i poggesi”. L’auto, destinata al servizio degli agenti e allestita con le dotazioni necessarie, è una Toyota Auris appartenente alla categoria dei veicoli ibridi termico – elettrici e rappresenta una scelta efficace dal punto di vista dell’ecosostenibilità e della riduzione dei consumi.  
"Abbiamo scelto l’ibrido, in linea con due concetti nei quali crediamo molto: la sostenibilità e la riduzione dei consumi – ha dichiarato il sindaco di Poggio a Caiano Francesco Puggelli – per un Comune delle nostre dimensioni è un piccolo grande impegno verso un futuro più verde. Presentiamo il mezzo proprio in occasione del Friday for Future del 15 marzo, giorno scelto a livello globale per manifestare in favore della difesa dell’ambiente e in nome di una maggiore responsabilità da parte di tutti: come già detto, questi sono piccoli grandi passi che devono impegnare ciascuno di noi”.
 
Edizioni locali collegate:  Comuni Medicei

Data della notizia:  14.03.2019 h 16:30

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.