26.03.2018 h 14:39 commenti

La Fattoria medicea nelle mani di un imprenditore pratese, ecco chi l'ha acquistata per un milione 600mila euro

Dopo cinque aste deserte e anni di abbandono il gioiello architettonico voluto da Lorenzo il Magnifico ha trovato un proprietario. L'ultima asta se l'è aggiudicata un imprenditore immobiliare proveniente da una famiglia di impannatori. Il progetto: un albergo, residenziale, commerciale e direzionale, spazi museali e per associazioni e attività sportive e didattiche, oltre che la realizzazione di un laboratorio di ricerca agricola e alimentare
La Fattoria medicea nelle mani di un imprenditore pratese, ecco chi l'ha acquistata per un milione 600mila euro
Con un milione 600mila euro è diventato proprietario della Fattoria medicea delle Cascine di Tavola. Marco Ciottoli, pratese di 52 anni, si è aggiudicato l'asta – la sesta, con le precedenti andate tutte deserte – e oggi è di fatto a capo del gioiello voluto da Lorenzo il Magnifico e da anni ormai completamente abbandonato. Ciottoli, che proviene da una famiglia di impannatori pratesi che per due generazioni si è occupata di tessile, si è messo in tasca – per così dire – un patrimonio storico a cui la prima asta aveva attribuito un valore sopra i sei milioni. Ce ne vorranno invece tra i 25 e i 30 per la ristrutturazione. L'imprenditore, che attualmente si occupa della gestione degli immobili di proprietà della famiglia a partire da quelli che venivano utilizzati per l'attività tessile, ha già le idee chiare sul futuro della Fattoria medicea: oltre al residenziale che è già compreso nelle destinazioni d'uso, l'intenzione è realizzare un grande albergo, fondi commerciali e direzionali, fondi da destinare ad associazioni, spazi museali, sedi di attività didattiche e sportive e, per finire, la realizzazione di un laboratorio di ricerca agricola ed alimentare per restituire alla Fattoria, situata in posizione baricentrica nel Parco agricolo della piana, la caratteristica che per secoli l'ha contraddistinta.
Ciottoli si è attivato per l'acquisto del complesso immobiliare dopo aver saputo dell'asta attraverso il comitato “Salviamo la Fattoria medicea”.
L'iter burocratico è praticamente concluso: l'imprenditore ha già provveduto a presentare al tribunale tutta la documentazione necessaria per chiudere la pratica davanti al notaio.
La Fattoria negli anni passati fu confiscata dal giudice del tribunale di Prato al termine del processo all'ultimo legale rappresentante della “Fattoria medicea srl” accusato di danneggiamento di bene architettonico e di non aver rispettato le disposizioni della Soprintendenza ai beni architettonici che intimava di tutelare il bene; il provvedimento era stato successivamente revocato dalla Corte di appello di Firenze e l'immobile era tornato al curatore fallimentare.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  26.03.2018 h 14:39

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.