09.09.2019 h 13:34 commenti

La ditta passa alla moglie dopo la separazione ma gli ex suoceri non ci stanno: deve intervenire la polizia

Momenti di tensione nel pomeriggio di ieri in un'azienda di via Veneto a Iolo: gli agenti costretti ad allontanare i due coniugi e poi a denunciarli. Il figlio aveva intestato la loro ditta alla consorte e questa ora vuole continuare a gestirla
La ditta passa alla moglie dopo la separazione ma gli ex suoceri non ci stanno: deve intervenire la polizia
Il marito aveva intestato alla moglie l'azienda tessile che i suoi genitori avevano aperto in via Veneto, al Macrolotto di Iolo. E la donna, dopo la separazione, ha deciso di proseguire l'attività, continuando a mandare avanti la ditta. Una circostanza non accettata dagli ex suoceri che nel primo pomeriggio di ieri, 8 settembre, si sono presentati nei locali dell'azienda per far valere le loro ragioni. 
La situazione è ben presto degenerata al punto che la titolare, una 33enne cinese, si è vista costretta a chiamare la polizia. In via Veneto sono così intervenuti gli agenti delle Volanti che hanno identificato gli ex suoceri: lui di 61 anni, lei di 58, anche loro cinesi. Questi hanno spiegato di non riuscire ad accettare che la ditta, aperta da loro, sia finita alla 33enne dopo la separazione dal loro figlio. I poliziotti hanno cercato di far capire che queste ragioni potevano essere fatte valere, semmai, per vie legali civili, ma che dovevano uscire dai locali. I due ex suoceri, invece, hanno continuato la loro condotta molesta fino a che non sono stati presi e portati in questura, dove sono stati denunciati per violenza privata.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  09.09.2019 h 13:34

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.