25.07.2014 h 10:32 commenti

La beffa di via Ciulli: il sottopasso è chiuso ma il sistema d'allarme entra in funzione ugualmente

E' accaduto ieri sera come denuncia Pasquale Petrella di Scelta per Prato: "La sirena d'allarme è rimasta a lungo in funzione disturbando il quartiere"
Semaforo rosso e sirena d'allarme innescata. "Il sottopasso di via Ciulli non è aperto al traffico ma i nuovi sistemi di sicurezza sono già attivi e ieri sera sono entrati in funzione anche in maniera molesta dopo l'acquazzone serale". A riferirlo è Pasquale Petrella capolista di Scelta per Prato che nelle recenti elezioni ha sostenuto l'elezione di Matteo Biffoni a sindaco. "La sirena d'allarme è rimasta a lungo in funzione disturbando il quartiere - continua Petrella - Una beffa visto che quel sottopasso è chiuso al traffico. I segnali luminosi e acustici sono peraltro entrati in funzione senza che il sottopasso si fosse allagato, se non per cinque, dieci centimetri d'acqua. Comunque, visto che i sistemi di sicurezza sono funzionanti, cosa si aspetta a fare i necessari collaudi e a riaprire quel sottopasso? Mi auguro che Biffoni ne faccia una priorità e lo riapra prima possibile".
 "Inoltre, torno a proporre - conclude Petrella - di mettere una targa in ricordo di Wang Dong Lan, Wang Jilan e Wang Chengwei, le tre donne di 42, 50 e 34 anni morte annegate in quel sottopasso  nella notte fra il 4 ed il 5 ottobre del 2010".​
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato
Leggi i Dossier:  Sottopasso via Ciulli

Data della notizia:  25.07.2014 h 10:32

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Dossier