08.10.2019 h 08:25 commenti

L'ultima vittoria di Giovanni: i genitori danno il consenso alla donazione degli organi

C'è l'ok anche dal magistrato che sta conducendo l'inchiesta per ricostruire la dinamica della caduta costata la vita al giovane ciclista. Da accertare eventuali inadempienze degli organizzatori o manovre scorrette di altri concorrenti
L'ultima vittoria di Giovanni: i genitori danno il consenso alla donazione degli organi
Una tragedia che potrà essere speranza per altre persone. I genitori di Giovanni Iannelli, il ciclista 22enne di Prato morto ieri 7 ottobre dopo essere rimasto coinvolto in una bruttissima caduta in gara sabato 5 ottobre durante il Circuito Molinese, hanno chiesto e ottenuto dal magistrato di Alessandria di poter donare gli organi del figlio. Carlo Iannelli, noto avvocato e dirigente sportivo nel mondo del ciclismo, e la moglie Annamaria hanno voluto così fare quest'ultimo gesto di generosità, pur nel dolore immenso che stanno vivendo. 
Intanto, di pari passo, prosegue l'inchiesta per ricostruire la dinamica che ha portato alla morte del giovane atleta, corridore Elite tesserato per la Hato Green Tea Beer. Bisogna capire cosa abbia innestato la rovinosa caduta a 100 metri dal traguardo della gara, mentre Iannelli era lanciato ad alta velocità in mezzo al gruppo di ciclisti. Di sicuro Iannelli, dopo essere caduto, ha picchiato violentemente la testa contro il pilastro in cemento del cancello di un'abitazione, e qui è da capire se gli organizzatori, che hanno parlato di "fatalità", hanno fatto tutto il possibile per garantire la sicurezza dei corridori. Bisognerà poi accertare se la caduta sia stata provocata da uno sbandamento del gruppo (circostanza abbastanza normale quando si è lanciati a folle velocità verso il traguardo) oppure ad una manovra volontariamente scorretta da parte di un concorrente.
Resta, al di là di tutto, il dolore per la morte di un giovane atleta, che ha lasciato sgomenta tutta la città di Prato e il mondo sportivo delle due ruote.
Intanto l'amministrazione comunale esprime il proprio cordoglio per la scomparsa del giovane Giovanni Iannelli e ha inviato un telegramma alla famiglia in segno di vicinanza. "In questo momento di dolore vogliamo ricordare un giovane ciclista che ha portato Prato nello sport nazionale e oltre - ricorda l'assessore allo Sport Luca Vannucci -. Un atleta che con passione è cresciuto nel ciclismo e ci ha lasciato troppo presto".
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  08.10.2019 h 08:25

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.