07.04.2022 h 11:03 commenti

L'ex carabiniere Camuffo si è costituito: è in una cella a La Dogaia

Condannato in via definitiva a quattro anni e quattro mesi per violenza sessuale su due studentesse americane. Si era presentato in carcere già ieri ma non era ancora arrivata la notifica della sentenza della Cassazione
L'ex carabiniere Camuffo si è costituito: è in una cella a La Dogaia
Dalle 10.15 di stamani, 7 aprile, l'ex appuntato dei carabinieri Marco Camuffo, residente a Prato, è rinchiuso in una cella del carcere de La Dogaia, dove inizierà a scontare la condanna a quattro anni e quattro mesi che gli è stata inflitta dalla Cassazione per aver stuprato, con un collega di pattuglia, due studentesse americane a Firenze la notte tra il 6 e il 7 settembre 2017.
L'ex militare, dopo aver parlato con la sua legale, l'avvocato Cristina Menichetti, si era presentato alla Dogaia per costituirsi già nel pomeriggio di ieri, ma un intoppo burocratico aveva bloccato tutto: da Roma, infatti, non era ancora stata trasmessa la sentenza che mandava in giudicato la condanna e la conseguente pena.
Camuffo, secondo quanto previsto dal Codice Rosso per i reati di natura sessuale, dovrà scontare per forza parte del periodo di reclusione dietro alle sbarre prima di poter accedere a pene alternative.
Resta invece ancora a piede libero l'altro ex carabiniere che era di pattuglia con Camuffo la notte della violenza. Pietro Costa ha infatti scelto un rito diverso rispetto all'ex militare pratese e il suo iter processuale è fermo al secondo grado, con i giudici della Corte d'Appello di Firenze che il 5 aprile hanno ridotto a quattro anni la condanna nei suoi confronti.
Le due studentesse americane avevano accusato Camuffo e Costa di averle violentate dopo averle riaccompagnate a casa, in borgo Santissimi Apostoli a Firenze. I due militari avevano conosciuto le ragazze dopo essere intervenuti alla discoteca Flo di piazzale Michelangelo per la segnalazione di una rissa. A quel punto, violando ogni consegna visto che erano in servizio, avevano deciso di dare un passaggio alle giovani fino a casa, dove è avvenuta la violenza. Entrambi sono stati espulsi dall'Arma.
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  07.04.2022 h 11:03

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.