24.11.2017 h 10:05 commenti

L'abbazia millenaria di San Giusto al Pinone tornerà a splendere: 540mila euro per il restauro

Il gioiello architettonico sui colli del Montalbano premiato anche grazie al concorso del Fai i "Luoghi del cuore". Lo scorso marzo parte del tetto ha ceduto sotto i colpi di una bomba d'acqua
L'abbazia millenaria di San Giusto al Pinone tornerà a splendere: 540mila euro per il restauro
Arrivano i finanziamenti per il restauro dell'abbazia di San Giusto, la chiesa sperduta tra i boschi del Montalbano pratese, nel comune di Carmignano. Malconcia da tempo, riscopertasi dello Stato dopo che per più di ottanta anni tutti hanno pensato (in buona fede) che si trattasse di un bene privato, con la volta che lo scorso marzo aveva in parte ceduto sotto i colpi di una bomba d'acqua, l'abbazia millenaria, che risale probabilmente al 1100, riceverà 500 mila euro dal ministero, il Mibact. Altri 20 mila arriveranno da Fai nazionale e Intesa Sanpaolo, dopo le firme raccolte con i "Luoghi del cuore" votati nel 2016: 9.887 voti e trentesimo posto in Italia. 
Il contributo in questo caso, finalizzato al recupero di un elemento distintivo del complesso, è però vincolato allo scioglimento della questione della proprietà dell'immobile e alla presa in carico del bene da parte dello Stato. 
Al recupero di San Giusto contribuirà anche l'associazione omonima, che è nata a Carmignano nel 2016 per accendere un riflettore sullo stato di abbandono in cui versava l'abbazia e raccogliere fondi. "Gli amici di San Giusto" contribuiranno infatti con almeno 15 mila euro. Altri cinquemila li aggiungerà l'amministrazione comunale di Carmignano.
L'annuncio è stato dato oggi 24 novembre nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, sede della presidenza della Regione Toscana. Hanno partecipato anche l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo e la consigliera e vice presidente della commissione cultura in Consiglio regionale Ilaria Bugetti. E proprio dalla Regione arriva il plauso per l'operazione: un modello da valorizzare e un luogo da riscoprire.
"Il recupero di un bene che appartiene alla storia, alla cultura e al vissuto di un territorio e di una comunità è sempre un'ottima azione – commenta l'assessore Ciuoffo - . In questo caso il recupero si può ben coniugare alla valorizzazione turistica (ed economica) dell'altra Toscana, quella spesso definita minore ma che minore poi non è, e la cui promozione è tra le politiche su cui più sta lavorando questa giunta. San Giusto e quella parte di Montalbano può essere uno dei luoghi da riscoprire".
Sulla stessa lungherzza d'onda la consigliera Bugetti, che ne approfitta anche per ricordare l'opportunità offerta dalla legge toscana sull'art bonus e il mecenatismo, con detrazioni fino al 40 per cento che si possono sommare a quelle statali ed arrivare quindi ad oltre l'80 per cento.. "La Toscana – commenta - è una regione zeppa di patrimonio culturale, artistico e architettonico, sparso un po' ovunque sulle colline, in luoghi magari meno conosciuti rispetto ai percorsi turistici classici. Riuscire a conservare e dare importanza a tutti questi luoghi è difficile ma necessario. E quando, come nel caso dell'abbazia di San Giusto, ci sono associazioni che nascono perché hanno cuore un luogo così importante credo che sia un valore aggiunto enorme anche per la buona riuscita dei recuperi. Caparbietà e impegno d i tutti meritano che la Regione ne faccia un vanto, inserendo l'abbazia nei percorsi dei luoghi da visitare".
"L'abbazia di San Giusto – commenta il sindaco di Carmignano, Edoardo Prestanti - giace da troppo tempo in stato di abbandono, anche a seguito di una controversa vicenda fatta di misteriosi passaggi di proprietà. E' necessario quindi ora recuperare la storicità di questa bellissima pieve costruita alla metà del XII secolo. L'abbazia si trova su un percorso di viaggio, una traversa della Via Francigena: è prioritario valorizzare questo luogo anche nell'ottica della promozione di nuovi percorsi turistici". "Fondamentale in questo processo – prosegue - è l'importante gioco di squadra e la rete che si è creata tra l'amministrazione comunale di Carmignano e le associazioni del territorio – in primis l'associazione Amici di San Giusto".
 
Edizioni locali collegate:  Comuni Medicei

Data della notizia:  24.11.2017 h 10:05

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.