09.10.2018 h 13:51 commenti

Incidente mortale sulla 325, indagato per omicidio stradale il conducente del furgoncino

Disposta l'autopsia sulla vittima, un albanese di 50 anni. Albanese anche l'indagato. L'inchiesta è affidata al sostituto procuratore Celano che ha ordinato ulteriori accertamenti sulla dinamica dello scontro. Tre mezzi coinvolti, sei i feriti tra i quali un agente della Municipale
Incidente mortale sulla 325, indagato per omicidio stradale il conducente del furgoncino
E' indagato per omicidio stradale l'albanese che ieri mattina, alla guida del suo furgoncino Kangoo, pare durante una manovra di sorpasso sulla 325 all'altezza di Gabolana, si è scontrato con la Fiat Panda condotta da un connazionale di 50 anni, Bashkim, residente a Vaiano, che è morto per le gravissime ferite riportate. Nell'incidente, avvenuto intorno alle 6.30 di ieri, lunedì 8 ottobre, è rimasto coinvolto anche un terzo veicolo guidato da un agente della polizia municipale, circostanza che ha reso necessario l'intervento dei carabinieri di Vaiano per le indagini utili a ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto. L'inchiesta è affidata al sostituto procuratore Egidio Celano che ha disposto l'autopsia sulla vittima e ulteriori accertamenti sullo scontro. La vittima, come l'indagato, era originario di Durazzo. Altri sei uomini, tra i 20 e i 58 anni, sono rimasti feriti. Le condizioni dell'albanese, che è rimasto incastrato nelle lamiere della macchina ed è stato estratto dai vigili del fuoco, sono apparse subito gravissime tanto da richiedere l'intervento dell'elisoccorso per il trasferimento d'urgenza all'ospedale fiorentino di Careggi. Inutili i tentativi dei sanitari: l'uomo è morto nel pomeriggio. L'incidente di ieri è stato l'ennesimo – e il più grave – delle ultime settimane e anche per questo si sono rinnovate le polemiche sulla sicurezza della strada.
 
Edizioni locali collegate:  Val di Bisenzio

Data della notizia:  09.10.2018 h 13:51

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.