06.12.2018 h 08:59 commenti

Incendio in via di Gabbiana, distrutte due auto. La rabbia di una proprietaria: "Siamo abbandonati a noi stessi"

E' successo ieri sera, intorno alle 23. Sul posto vigili del fuoco e polizia. Una minicar e una Nissa Micra ridotte a un ammasso di lamiere. "Un botto spaventoso e poi le fiamme proprio sotto le nostre case - il racconto - qui non si vive più"
Incendio in via di Gabbiana, distrutte due auto. La rabbia di una proprietaria: "Siamo abbandonati a noi stessi"
Un incendio ha completamente distrutto due auto parcheggiate in via di Gabbiana, a San Giusto. E' successo nella tarda serata di ieri, mercoledì 5 dicembre. Le fiamme hanno attaccato e ridotto in un ammasso di lamiere una minicar e una Nissan Micra di proprietà di due famiglie che abitano nella via. L'allarme ai vigili del fuoco è arrivato intorno alle 23. Sul posto è intervenuta anche la polizia. L'incendio, sul quale sono in corso le indagini, sarebbe doloso.

“Ormai in questa zona non si vive più, siamo abbandonati a noi stessi – l'amaro commento di Isabella Bascherini, proprietaria della Nissan Micra – c'è chi si diverte continuamente a sparare razzi e petardi e ieri sera non abbiamo dato peso all'ennesimo, allucinante botto. E' stata mia cognata, la cui abitazione si affaccia direttamente sulla strada, a vedere le fiamme alte che avevano già avvolto una macchina e stavano danneggiando anche la mia”.

Nelle parole di Isabella Bascherini la disperazione più totale: “Il carrozziere stamani mi ha confermato quello che già sapevo: la macchina è da buttare – dice – l'altra del tutto disintegrata e la mia da buttare via, non si salva niente. Dentro avevo lasciato anche gli zaini della scuola delle mie figlie e così, come se non bastasse, devo ricomprare anche i libri. L'assicurazione mi ha detto che con tempi lunghi potrò recuperare il danno ma dovrò sostenere di tasca mia le spese per il carro attrezzi che dovrà portare via la carcassa e il deposito dove verrà sistemata per il tempo che sarà necessario. Non è il primo episodio: qualcosa di simile era già successo un mese e mezzo fa”.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  06.12.2018 h 08:59

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.