12.09.2020 h 11:55 commenti

Inaugurato il collegamento fra Maliseti e la tangenziale. Una strada attesa da decenni

Un investimento di 3 milioni di euro, il tratto stradale costeggia il cimitero di Chiesanuova fino alla zona industriale in via Marzabotto. Realizzate tre rotatorie e una pista ciclabile. Il progetto era stato approvato nel 2018
Inaugurato il collegamento fra Maliseti e la tangenziale. Una strada attesa da decenni
La nuova viabilità che collega Maliseti alla tangenziale all'altezza della rotatoria con via Liliana Rossi, dopo quasi 30 anni di attesa, è diventata una realtà. Questa mattina 12 settembre è stata inaugurata la strada che costeggia il cimitero di Chiesanuova fino alla zona industriale in via Marzabotto, liberando l'abitato dall'isolamento e dalla morsa del traffico pesante diretto all'area industriale. All’inaugurazione tantissimi abitanti di Maliseti e anche l’ex assessore alla mobilità Filippo Alessi che ha iniziato il progetto per la realizzazione della strada.
I due lotti della nuova viabilità sono stati approvati nel 2018, con un investimento complessivo di circa 3 milioni di euro, compresi gli espropri. Il primo lotto prevede il collegamento tra viale Nam Dinh (tangenziale) e via Mozza dei Gelli, circa 600 metri con percorso ciclopedonale.
Il secondo comprende la pista ciclabile di viale Marzabotto e la rotatoria con via Fosse Ardeatine, circa 300 metri di lunghezza. Complessivamente sono state realizzate 3 nuove rotatorie (via Mozza dei Gelli, via Fosse Ardeatine, e la rotatoria centrale per l'innesto del futuro lotto 3 (collegamento con via Dino Saccenti). La strada e la pista ciclabile sono dotate di nuovo impianto di illuminazione a Led.
“Un raccordo importante – ha spiegato l’assessore alla mobilità Flora Leoni – che traccia una via d’uscita da Maliseti. Per ora non è ancora stato scelto il nome da assegnare alla strada, ci sono tante proposte tutte al femminile”.
Ad ottobre verranno piantate alberature e verde di corredo lungo il tracciato della nuova strada, la rotatoria e pista ciclabile.
I terreni per la realizzazione delle nuove infrastrutture sono stati acquisiti dall'Amministrazione comunale per un costo complessivo di circa 700 mila euro. Sono state acquisite anche gran parte delle aree limitrofe al cimitero di Chiesanuova a nord e ad ovest del cimitero comunale, completamente ripulite dai rifiuti, in corso di rimozione da parte di Alia.
“Già nel mio primo mandato – ha spiegato il sindaco Matteo Biffoni – mi era stato chiesto di realizzare questo importante snodo per la viabilità ad ovest della città. E’ stato un lavoro impegnativo caratterizzato dalla presenza di territori parcellizzati che abbiamo espropriato, e di quintali di rifiuti che nel tempo si erano accumulati, tra cui anche l’amianto. Oggi finalmente siamo arrivati all’inaugurazione.”
Contestualmente all'apertura della nuova viabilità verranno apportate alcune modifiche alla circolazione di alcune strade limitrofe:  viene impedito l'accesso dalla rotatoria di via L. Rossi alla via Vella lungo la Bardena, che pertanto diviene a doppio senso di marcia con ingresso/uscita da via Mozza dei Gelli, e viene istituito il senso unico di marcia in viale Marzabotto in direzione via Fosse Ardeatine. L'accesso al viale avverrà dalla nuova viabilità.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  12.09.2020 h 11:55

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.