10.02.2016 h 12:25 commenti

In un video rivivono le donne pratesi d'altri tempi, un racconto per immagini della"Prato scomparsa"

Daniele Nuti porta avanti la sua ricerca storica e fotografica della vita della città negli anni del passato. Da poco ha realizzato la seconda parte della clip basata sulle fotografie di Martino Meucci
Guarda il video
Camice abbottonate al collo, gonne lunghe caste e dalle tinte scure. Appaiono così le donne della Prato di tanti anni fa, immortalate in istantanee in bianco e nero e raccolte da Daniele Nuti per la pagina Facebook Prato Scomparsa che conta oltre otto mila sostenitori. Un collage di immagini che fa seguito a quello già realizzato e pubblicato otto mesi fa. Le foto sono ricordi dall'atmosfera amarcord e realizzate da Martino Meucci, cui fu dedicata una mostra in palazzo Novellucci esattamente 35 anni fa. Meucci è stato pioniere della fotografia a Prato, e dagli anni '80 dell'ottocento fino agli anni trenta del novecento ci ha lasciato testimonianze di vita quotidiana straordinarie. Non è la prima volta che le fotografie di Meucci vengono usate per rendere omaggio alla gente di Prato (LEGGI ARTICOLO), in questa seconda parte del video Volti di donna, le donne sono nuovamente protagoniste nei suoi scatti rubati. Belle, austere, eleganti secondo la moda dell’epoca. Passeggiano a coppia, o da sole per le vie della Prato che fu. Ventagli alla mano, cappelli dalla tesa larga si appoggiano su capelli rigorosamente raccolti con stile e attenzione. Immagini ancora vive nei ricordi di molti, scatti che rappresentano per la nuova generazione stralci di storia che la fotografia restituisce alla memoria. “Uno stereotipo femminile che ancora di più sottolinea un’ epoca”. Sullo sfondo, Prato.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  10.02.2016 h 12:25

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Speciale