09.09.2019 h 14:40 commenti

In un documentario la rinascita del Serraglio, la presentazione al Castello dell'Imperatore

In circa 15 minuti il video racconta come nasce lo spazio del Playground e chi lo frequenta. Il regista è il giovane Simone Ducci
Guarda il trailer
Da spazio di degrado a luogo di aggregazione per tutte le età e le origini grazie al linguaggio universale dello sport. E' la storia del playground del Serraglio raccontata dal regista pratese Simone Ducci, già autore di altri spaccati di città, in un documentario che sarà presentato stasera, 9 settembre, alle ore 21 al Castello dell’Imperatore di Prato.
All’evento prenderà parte anche il sindaco di Prato, Matteo Biffoni, il direttore del Polo Universitario pratese Enrico Banchelli ed esponenti dello sport pratese. Sia il Comune che il Pin hanno infatti appoggiato l'iniziativa.
In circa 15 minuti, con un taglio dinamico e “frizzante” destinato anche (e soprattutto) al pubblico di internet, il video documentario racconta come nasce lo spazio del Playground del Serraglio, in pieno centro storico a Prato, le storie di coloro che lo vivono e di chi scopre la struttura passeggiando per caso; tutti immersi nella tipica città industriale del nostro tempo, in cerca di risposte ed in continuo cambiamento. La pellicola parla di ragazzi, di giovani e meno giovani, di appassionati di basket, di italiani e stranieri, raccontando il loro legame con il campo per far vedere quanto questo sia importante nel contesto cittadino. "La città di Prato, come una qualsiasi metropoli dei nostri giorni, - spiega Ducci - sta crescendo con il proprio carico di problemi ed
opportunità, creando ad ogni angolo storie di vita e di persone che vale la pena raccontare. Il documentario è destinato al mondo internet e ai vari festival tematici in tutto il mondo. Lo scopo infatti, è quello di portare ovunque possibile questa esperienza, puntando su temi chiave (e universali) come la città contemporanea, l’importanza dello sport e dello stare insieme, la forza della passione per qualcosa, l’incontro fra culture diverse".
Il documentario è supportato dall’associazione StreetBasket Prato, organizzazione che unisce appassionati di basket e che organizza sul territorio eventi sportivi. Il video, tradotto con sottotitoli in lingua Inglese da Clarissa Scarselli, è sostenuto economicamente da Officine Sportive, Lofoio Rilana e Invisible Door. La colonna sonora e le musiche sono originali e composte per l’occasione.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  09.09.2019 h 14:40

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.