19.03.2020 h 13:01 commenti

Il rilancio dell'ex Creaf viaggia su rotaia, insediata la prima azienda

La struttura di via Galcianese recentemente acquistata dalla Regione attraverso Sviluppo Toscana, è stata ribattezzata. Si chiamerà P.AIR
Il rilancio dell'ex Creaf viaggia su rotaia, insediata la prima azienda
P.AIR, acronimo di "Prato Area Innovazione e Ricerca", è il nome che da ora in avanti avrà l'immobile ex Creaf in via Galcianese. Cosi ha deciso Sviluppo Toscana S.p.A, l'agenzia della Regione divenuta proprietaria dell'area dopo il fallimento della società pubblica partecipata dalla Provincia e dai Comuni del pratese. Il progetto di rilancio per farne un motore di innovazione e ricerca, parte oggi, 19 marzo, con la firma del contratto per l'insediamento della Eurorail Srl che ha preso in affitto circa 5mila mq. 
“Con la prima realtà produttiva che si stabilisce e i contatti propedeutici per la chiusura a breve di altri contratti per l'affitto dei locali – spiega l'assessore alle attività produttive Stefano Ciuoffo – diamo vita finalmente ad un progetto sofferto che troppo a lungo ha segnato il dibattito in una città come Prato, abituata all’efficienza ed alla rapidità nelle scelte. Sta prendendo forma un centro di competenze legato all'industria e al mondo produttivo e che si rivolge a settori nuovi rispetto al distretto tessile. Centro che qualificherà il territorio con sinergie e opportunità. Ringrazio, per il lavoro svolto in questi mesi, gli uffici regionali e Sviluppo Toscana, capaci di completare in tempi rapidi e in modo efficace e proficuo il percorso che ci eravamo prefissati, il Comune e la Provincia di Prato per il supporto ed il contributo nelle scelte condivise. Adesso guardiamo avanti, il P . AIR c'è e lo mettiamo a servizio del tessuto produttivo e formativo pratese e di tutta la Toscana”.
Eurorail Srl è una società giovane ma nata dall'unione di aziende (SBF Rail e Euroguarco), dalla grande esperienza nel settore ferroviario con ramificazioni oltre i confini nazionali. L'insediamento pratese sarà, secondo il progetto presentato, la fucina di studi innovativi per l'ottimizzazione sia dei processi produttivi che della qualità dei veicoli, in termini di prestazioni, sicurezza ma anche di salvaguardia dell'ambiente. La società infatti sta portando avanti un lavoro ingegneristico che punta sia a ridurre i consumi dei mezzi a rotaia prodotti che l'inserimento di elementi costruttivi provenienti da riciclo ed economia circolare anche grazie alla collaborazione con Next Technology Tecnotessile.
“Con questa firma – afferma il direttore di Sviluppo Toscana Orazio Figura – prende vita il percorso di P.AIR: l’obiettivo è riqualificare un'area a ridosso del centro cittadino per trasformarla in un ambiente di innovazione e sviluppo, non soltanto in ambito locale. Nelle ultime settimane sono arrivate ben 5 proposte progettuali e sono in corso i passaggi necessari per arrivare alla sottoscrizione dei contratti. Non mancano poi i contatti costanti di realtà che ci chiedono informazioni e approfondimenti: l'interesse per P.AIR è molto alto e variegato. Tutte le manifestazioni di interesse e i semplici contatti ricevuti hanno come denominatore comune la ricerca di spazi ove insediare attività di ricerca, innovazione, trasferimento tecnologico, seppur in settori diversi: dalle nanotecnologie, alla ricerca di nuovi materiali, al tessile e meccanotessile. Questo primo importante passo, intanto, lo facciamo insieme ad una realtà, Eurorail, capace di lanciare lo sguardo al futuro e all'ambiente in un settore di straordinaria rilevanza come quello della mobilità. Nei prossimi mesi continueremo il lavoro per attirare start-up, aziende e idee, affinché P.AIR possa diventare un punto di riferimento per l'Italia che produce idee, lavoro e innovazione”.
Per il sindaco di Prato Matteo Biffoni “P.Air inizia a concretizzarsi come sede di progetti e realtà innovative e importanti come Eurorail. Si apre così una nuova pagina: con impegno costante abbiamo sempre lavorato affinché questo potesse avvenire, perché si potesse aprire quel portone con progetti seri. Ringrazio la Regione Toscana per essersi impegnata nella realizzazione di un percorso importante che vede oggi i primi risultati concreti”.
 
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  19.03.2020 h 13:01

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.