09.07.2018 h 12:37 commenti

Il parco fluviale è una realtà, al via il cartellone degli eventi

Sono state presentate dalle associazioni oltre 170 proposte per animare le sponde del Bisenzio. Il sindaco Matteo Biffoni: "Un progetto importante per la città, i primi effetti positivi sulla zona del Serraglio"
 Il parco fluviale è una realtà, al via il cartellone degli eventi
Foto di Prato dal cielo
Sono 172 le domande arrivate agli uffici dell’amministrazione comunale per proporre eventi lungo il Bisenzio e per gestire i 16 container che caratterizzeranno il progetto Riversibility. Intanto da stasera è stata ufficialmente  inaugurata la nuova area del Serraglio, prima tappa del progetto legato al parco fluviale. 
“In questi giorni i tecnici del Comune stanno preparando il calendario con i primi eventi in programma – ha spiegato il sindaco Matteo Biffoni – frutto di un lavoro di condivisione con le associazioni del territorio. Intanto al serraglio si vedono i primi effetti positivi”.
Nei vari laboratori organizzati, infatti, hanno partecipato in totale 800 persone con una media di 70 a evento; 52 le richieste per organizzare camminate lungo il fiume, 43 per percorsi ciclopedonali e 48 per la gestione degli spezi e l’organizzazione degli eventi. Ventotto associazioni hanno proposto anche attività che si terranno in autunno. Il progetto coofinanziato con i fondi statali destinati alle periferie vale 2 milioni, di cui 400 mila messi dall’amministrazione comunale e destinati alla zona del Serraglio per la realizzazione della cupola geodetica e del campo di basket.
Per il 2018 è previsto un ulteriore finanziamento di 1 milione di euro che prevede la realizzazione del container a Santa Lucia, la sostituzione degli arredi urbani lungo tutto il parco fluviale e l’installazione di attrezzature sportive. L’attività ricreativa lungo il fiume, resta comunque libera, anche se gli eventi avranno prevalentemente una sola regia. “L’amministrazione – ha spiegato Biffoni – ha messo a disposizione, nel nuovo container del Serraglio, un ufficio dove i tecnici offriranno consulenza gratuita per affiancare le associazioni. Ora possiamo dire che il progetto è diventato una realtà".
Intanto sono quasi terminati i lavori per la messa in sicurezza dell’anfiteatro di Santa Lucia più volte preso di mira dai vandali; i posti a disposizione, in linea con le norme anticendio, saranno mille, a questo si aggiunge un percorso per ipovedenti. “Tutto il parco – conclude Valerio Barberis assessore all'urbanistica - è stato progettato con criteri di inclusione, in quest’ottica sono partiti anche i lavori per addolcire la pendenza delle rampe sotto i ponti”.


 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  09.07.2018 h 12:37

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.