24.01.2022 h 20:16 commenti

Il nuovo ingresso al borgo di Artimino vietato ai disabili. Il Comune: "Possono passare da piazza San Carlo"

La capogruppo del centrodestra, Angela Castiello, attacca la giunta sulla nuova pavimentazione fatta a gradoni: "Innalzate barriere architettoniche". Il sindaco Prestanti ribatte: "Pendenza troppo elevata per essere una rampa per diversamente abili. Senza gradini sarebbe più pericolosa".
Il nuovo ingresso al borgo di Artimino vietato ai disabili. Il Comune: "Possono passare da piazza San Carlo"
Neanche il tempo di inaugurare i lavori di sistemazione della pavimentazione ad Artimino, che già scatta la polemica politica. A firmarla è la capogruppo della lista Centrodestra per Carmignano, Angela Castiello, che punta il dito contro l'esistenza di barriere architettoniche nonostante l'intervento sia costato 300mila euro. "Dobbiamo rilevare - scrive Castiello in una nota stampa - la gravissima totale assenza di possibilità di accesso da parte di persone disabili o con difficoltà di deambulazione, ivi comprese le famiglie con figli piccoli e relativi passeggini. In sostanza, con l'inaugurazione della nuova pavimentazione non solo ha esteticamente rovinato un borgo medioevale, ma, in completo conflitto con la normativa, ha innalzato barriere architettoniche (i gradoni) che ne rendono impossibile la fruizione da parte delle persone con disabilità, delle famiglie con figli piccoli e delle persone con problemi di deambulazione. Non posso tollerare la negligenza e la mancanza di attenzione da parte della maggioranza di un tema così importante, pertanto - conclude Castiello - mi riservo di consultarmi con i miei legali per valutare le azioni più opportune per far valere i diritti dei cittadini più fragili". 
Anche la precedente pavimentazione, risalente agli anni'50, rendeva la vita difficile a chi deve muoversi in sedie a rotelle o anche ai passeggini. Secondo Castiello la situazione è stata peggiorata perché ora la pavimentazione è caratterizzata da gradoni. Il sindaco Prestanti spiega perché il nuovo intervento non abbia potuto rendere il percorso che parte dalla torre con l'orologio accessibile anche ai diversamente abili in autonomia. "E' un problema di pendenza. Le rampe disabili non possono superare l'8% mentre in quel punto siamo oltre al 16%. Eliminare quella pendenza significava snaturare il borgo che è sotto tutela. In più togliere quei gradini avrebbe reso quel percorso ancora più pericoloso".
E dunque come fa un disabile a visitare il borgo di Artimino in sicurezza? "Pochi metri più avanti - prosegue il sindaco - c'è l'accesso a piazza San Carlo che è carrabile ma a traffico limitato. Rifacendo tutta la pavimentazione in pietra ed eliminando precedenti irregolarità e sconnessioni nella preesistente fino alla fontana monumentale in piazza San Carlo, la piazzetta centrale del borgo è comunque raggiungibile mediante viabilità alternativa passando dalla piazza San Carlo sia in auto che - lasciando i veicoli nel parcheggio sulla piazza - da persone su sedie a ruote, passeggini ecc. Il nostro è stato un intervento di manutenzione straordinaria per sistemare un'area fortemente sconnessa. Abbiamo migliorato e non peggiorato la situazione riducendo la presenza di barriere e facilitando l'accesso al borgo". 
(e.b.)
 
Edizioni locali collegate:  Comuni Medicei

Data della notizia:  24.01.2022 h 20:16

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.