13.06.2018 h 15:27 commenti

Il Museo del Tessuto capofila di un progetto europeo su digitalizzazione e creatività

Verranno digitalizzati i campionari di aziende tessili polacche, svedesi, spagnole e portoghesi e poi riproposti come fonte d'ispirazione a quelle pratesi. Alla Fondazione arriveranno 63 mila euro
Il Museo del Tessuto capofila di un progetto europeo su digitalizzazione e creatività
Il museo del tessuto capofila del progetto europeo Createx 2018 che prevede la digitalizzazione del patrimonio tessile di aziende polacche, svedesi, portoghesi e spagnole che poi sarà proposto alle aziende pratesi come fonte di ispirazione. Il progetto complessivamente vale 200 mila euro, a Prato ne arriveranno 63 mila. “ E’ sicuramente – ha spiegato Francesco Marini presidente della Fondazione Museo del Tessuto – una fonte di attività per il territorio, attraverso la digitalizzazione daremo un servizio concreto alle imprese”.
Il progetto partirà a ottobre e terminerà a febbraio 2020. “Un’occasione importante – ha spiegato Filippo Guarini direttore del Museo del Tessuto – che valorizza l’aspetto tecnologico e quello creativo oltre a confermare il ruolo del Museo. La seconda parte coinvolgerà stislisti e scuole” I progetti selezionati, infatti sono 29, e tra questi c’è anche quello pratese.
“Si fortifica il rapporto fra aziende e Museo – ha spiegato l’assessore alle attività produttive Daniela Toccafondi – attraverso anche nuovi servizi e tutto rientra in un dialogo con le città tessili che fanno parte di Acte. Stiamo costruendo insieme un tessile europeo degno delle sfide digitali attraverso progetti che parlano tutti la stessa lingua".


 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  13.06.2018 h 15:27

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.